Come e quando effettuare la riproduzione per talea delle rose utilizzando queste geniali mosse

Durante le stagioni passate, le rose hanno vivacizzato i nostri giardini grazie al loro bellissimo aspetto e ai loro innumerevoli colori.

Inoltre, il loro gradevole profumo non passa mai inosservato, propagandosi intorno alla pianta e riempiendo l’ambiente che le circonda.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Per questa ragione chi non le ha ancora piantate, dopo aver letto l’articolo probabilmente desidererà  rose coloratissime con cui abbellire il giardino e far invidia ai vicini.

Le rose sono piante incredibilmente utili poiché sono in grado di attirare gli insetti, tra cui le api che sono fondamentali per l’agricoltura.

Come e quando effettuare la riproduzione per talea delle rose utilizzando queste geniali mosse

Solitamente il periodo giusto per la moltiplicazione della rosa per talea va dalla primavera all’autunno; una tecnica semplice che non necessita di particolare pollice verde.

In caso non l’avessimo ancora effettuata, è questo il momento giusto per effettuare il taglio di rami giovani che non abbiano ancora sviluppato i fiori.

Dovremo tagliare i rami particolarmente robusti per una lunghezza di circa 20 cm, rimuovendoli in maniera decisa e senza provocare sfilacciamenti.

Gli sfilacciamenti possono influire negativamente sul risultato finale ottenuto da una talea ed il taglio dovrà essere effettuato sotto il nodo.

Dopo aver effettuato il taglio dovremo solo lasciare poche foglie apicali, altrimenti potremo provocare la disidratazione nella nostra rosa.

Per evitare marciumi, potremo immergere la parte inferiore del ramo in una soluzione composta da acqua e olio di neem oppure utilizzare gli ormoni radicanti.

L’olio di neem è molto utile per le piante, infatti ci aiuta anche a proteggere le orchidee dai parassiti in modo del tutto naturale.

Posizioniamo le talee su un terreno composto da sabbia e torba, utile sia per garantire l’umidità di cui necessitano e sia per un buon drenaggio.

Ecco come e quando effettuare la riproduzione per talea delle rose utilizzando queste geniali mosse.

Ulteriori informazioni

Dopo aver messo a dimora le talee in un vaso posizionato sul terreno, dovremo bagnare l’area abbondantemente.

Dovremo posizionare il vaso in una zona protetta da correnti fredde o da gelate e che gli permetta di godere della luce del sole.

È importante sapere che la radicazione della talea avrà un risultato positivo solo se manterremo il terreno sempre umido.

Per queste talee autunnali dovremo comunque aspettare fino alla prossima primavera per vedere svilupparsi i primi germogli.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te