Come aprire una lattina senza rischiare che la linguetta si rompa

Talvolta alcune soluzioni semplici sono in grado di risolvere un problema fastidioso. Se ci pensiamo bene, questa è una delle grandi costanti dell’umanità. Cercare di risolvere con meno complicazioni possibili qualsiasi tipo di attività o situazione.

Ci provano in tanti ogni giorno. Alle volte la soluzione è così ovvia che tutti potremmo chiederci come mai non esistesse già. Pensiamo a Robert Plath. A molti questo nome non dirà nulla. Ma tutti utilizziamo il frutto del suo ingegno quando viaggiamo. È stato lui, infatti, a brevettare l’idea del trolley nel 1987. Ed a rivoluzionare il metodo di viaggiare per milioni di persone. Si è trattato anche in quel caso di nulla più di una semplice intuizione.

Così oggi ci dedichiamo ad un problema che sicuramente ci innervosisce molto. E che sarà capitato a tutti. Ci poniamo di fronte ad una lattina per alimenti per aprirla. Pensiamo ad un contenitore di tonno o ad un vero e proprio barattolo di latta. Poi tiriamo e la linguetta si stacca. Talvolta rischiamo anche di graffiarci, o di far cadere la confezione.

Così ecco come aprire una lattina senza rischiare che la linguetta si separi dal resto dell’oggetto ottenendo un bel nulla.

Un trucco facile da utilizzare quando cuciniamo

Per prima cosa dobbiamo farci aiutare da un oggetto oblungo che possa fare da perno. Un cucchiaio va benissimo. Utilizziamo un cucchiaino per le lattine piccole. Anche se in quest’ultimo caso risulta veramente molto raro che la linguetta si stacchi dal contenitore senza aver garantito l’apertura. Per prima cosa solleviamo la linguetta, proprio come se stessimo per aprirla con le nostre mani. Lasciamola in posizione obliqua.

Utilizziamo il manico del cucchiaio. Lo inseriamo all’interno del cerchio della linguetta facendo provenire il cucchiaio dal lato che ha più spazio rispetto al bordo.

Una volta entrato il manico, dobbiamo utilizzare la paletta come perno sulla lattina. Solleviamo il cucchiaio in verticale in senso antiorario, come se volessimo far fare un giro a 360° alla paletta. La linguetta si sarà sollevata assieme al cucchiaio che faceva da perno, consentendo l’apertura.

Come aprire una lattina senza rischiare che la linguetta si rompa

Allo stesso modo non si dovrebbe essere verificata alcuna rottura. Infatti la paletta del cucchiaio mantiene la base sollevabile collegata alla linguetta. Concludiamo poi il giro del cucchiaio per aprire totalmente la lattina. Si dovrebbe così risolvere quella fastidiosa sensazione di tirare a vuoto, sentendo il rumore della linguetta che si stacca. E che magari ci fa cadere anche la lattina che stiamo aprendo.

Ci sono molti trucchi per aprire anche altri tipi di contenitori. Ad esempio possiamo aprire i barattoli senza sforzi titanici utilizzando un piccolo trucchetto sul tappo.

Lettura consigliata

Non con bicarbonato e limone ma per togliere la puzza dai vestiti in pochi minuti potrebbe bastare questo trucco della nonna

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te