Come accudire e cosa mangia il furetto, animale domestico poco impegnativo

Sempre più persone decidono di adottare un animale da compagnia che possa arricchire il proprio nucleo familiare. La maggior parte solitamente tende a orientarsi verso i cani e i gatti, che sono sicuramente gli animali domestici più diffusi.

In realtà però l’assortimento di animali adottabili è più ampia di quanto si possa pensare. Vi sono ad esempio tartarughe, criceti, conigli, uccelli e pesci. Vi si aggiungono poi altri animali più particolari e con i quali è possibile avere una maggiore interazione.

Animali insoliti

Diversi sono gli animali da compagnia poco diffusi, alcuni più noti e altri meno. Tra i più particolari ad esempio il cincillà, simpatico roditore, o il petauro dello zucchero, piccolo marsupiale.

A questi si aggiunge il tenero riccio africano che richiede determinate accortezze per la sua cura.

Abbastanza famoso e sempre più diffuso è il furetto, un mustelide. Ha un corpo lungo e slanciato solitamente tra i 40 e i 60 cm, dotato di una lunga coda pelosa. Le colorazioni del manto sono molto varie e spesso presenta la tipica mascherina scura che contorna gli occhi. Ha occhi e naso tondi, zampe corte. Si tratta di un animale vispo, molto curioso e giocherellone.

Come accudire e cosa mangia il furetto, animale domestico poco impegnativo

Sebbene il furetto non sia tra gli animali più difficili da tenere, necessita di particolari attenzioni. Essendo molto socievole ha bisogno di interagire con i membri della famiglia. Allo stesso tempo, ama gironzolare e bighellonare dentro casa. Ciò comporta la necessità di stabilire i luoghi in cui possa stare libero e di adattarli. Sarà necessario infatti togliere di mezzo possibili oggetti che potrebbe rosicchiare e che potrebbero risultare nocivi. Così come bisognerà chiudere qualche fessura che potrebbe attirarlo al suo interno. La prima regola quindi consiste nel rendere idonei i luoghi alla sua permanenza.

Sconsigliabile farlo vivere ingabbiato, ma si può collocare una gabbia ampia o un recinto dove farlo sostare di notte o quando è da solo. Dovranno essere a prova di evasione. Avrà bisogno poi di una tana, una coperta e giocattoli. Per i bisogni lo si potrà abituare a farli in una lettiera contenente sabbietta non polverosa.

Tenerlo in casa

Per quanto concerne la nutrizione le ciotole dovranno essere pesanti o fissate per evitare ci giochi e le rovesci. Il furetto è un animale carnivoro, la sua alimentazione deve includere grassi animali e proteine. Importante dargli una nutrizione varia e concordata col veterinario.

Può mangiare carne, cibo secco e umido. Per quanto concerne la prima bisognerà optare per quella bianca variando i tipi e i tagli.

A tal proposito, il furetto non può convivere con uccelli e roditori, perché potrebbero diventare sue prede. Con cani e gatti invece sì, ma bisognerà farli abituare.

Bisognerà poi prestare attenzione ai bambini, che potrebbero irritare il furetto giocandoci in modo sbagliato. Ricordiamoci che il furetto può mordere e che spetterà a noi insegnargli a non farlo.

Non dimentichiamo poi di spazzolarlo, tagliargli le unghie, lavarlo di tanto in tanto e di pulirgli orecchie e denti. Dunque ecco come accudire e cosa mangia il furetto in casa nel momento in cui dovessimo adottarlo.

Lettura consigliata

Sono queste le bellissime razze di pappagalli parlanti da scegliere per chi vuole un amico più chiacchierone di cane, gatto e criceto

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te