Combattere la depressione da soli e senza farmaci. È possibile?

Combattere la depressione da soli e senza farmaci non è certo impresa semplice a realizzarsi se di depressione vera e propria si parla. Si tratta di un disagio molto profondo che causa una sofferenza altrettanto grave. Sentirsi depressi è ben diverso dall’essere depressi. Il primo è un vissuto comune quasi a tutti in alcune circostanze, il secondo indica un vero e proprio disturbo strutturato. L’umore nero è qualcosa di estremamente pervasivo, affonda radici in un male di vivere di cui non sempre si riconoscono le cause. Dunque, combattere la depressione da soli e senza farmaci, è possibile?

Dalla tristezza alla depressione: le diverse sfumature

Il male di vivere è qualcosa che scava nel profondo, si nutre di un intenso senso di angoscia e spalanca le voragini della più fitta disperazione. Il sentimento di non provare sentimento è ciò che fa della depressione un vissuto a tinte scure e piuttosto sfocate. Tutto è nero, tutto è inafferrabile, ogni cosa è incapace di offrire il giusto slancio vitale. È possibile combattere la depressione da soli e senza farmaci? Tra i diversi stati d’animo possiamo distinguere differenti declinazioni di un vissuto depressivo. La linea immaginaria si muove da un episodico calo del tono dell’umore, alla tristezza, e la melanconia fino al disturbo depressivo maggiore.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Nei casi di più evidente gravità, la solitudine e l’assenza di una terapia farmacologica sono altamente sconsigliabili per una remissione sintomatica e una più rapida guarigione. Diverso è il caso di chi, per inclinazione o per abitudine, tende a rifugiarsi e a crogiolarsi nella tristezza. La promozione e la messa in atto di sane abitudini, possono avere un impatto fortemente positivo sulla salute mentale di ciascuno. Vediamo come.

Rimedi quotidiani per stare meglio

Per evitare l’acuirsi di alcuni vissuti, si potrebbe mutare alcune cattive abitudini quotidiane e introdurne altre maggiormente benefiche. Tra le buone abitudini troviamo:

  • esposizione alla luce solare: il sole è un toccasana e un rimedio naturale al malumore. La luce solare serve non soltanto a fissare la vitamina D, ma anche a migliorare la trasmissione serotoninergica e il funzionamento del sistema nervoso;
  • fare attività fisica: sono ormai numerosi gli studi che evidenziano una stretta correlazione tra attività fisica e rilascio di alcune sostanze come gli oppiacei endogeni del nostro organismo. Insomma. Lo sport, meglio se all’aperto, rappresenta un ottima soluzione per combattere la depressione da soli e senza farmaci;
  • evitare i cibi eccessivamente zuccherati: sebbene possa dare un immediato e apparente sollievo, lo zucchero è nemico del nostro buon umore. Infatti, un eccessiva introduzione di zuccheri nel sangue causa forti sbalzi di insulina che si traducono in variazioni del tono dell’umore;
  • prendersi cura di sé: le persone depresse si presentano tendenzialmente molto trascurate. L’amor proprio e il benessere mentale passa anche dalla cura di se stessi. Come diceva il vecchio saggio, il nostro corpo è un tempio e come tale va custodito e rispettato. Ecco perché è importante avere cura di se stessi per combattere la depressione da soli e senza farmaci.

Quando la forza di agire in autonomia inizia a vacillare e di fronte ad essa si apre un profondo baratro, allora è preferibile chiedere aiuto. Una figura professionale esperta in salute mentale, potrebbe aiutare chi versa in uno stato di profondo disagio. Combattere la depressione da soli e senza farmaci potrebbe esporre ad un’azione troppo poco efficace sul disagio mentale. L’aiuto di esperti e il sostegno dei familiari possono dare, al contrario, grande aiuto a chi vive tale intensa sofferenza.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te