Cinque rimedi con le pigne per un giardino più rigoglioso e senza parassiti più un trucchetto per evitare brutte sorprese

Raccogliere le pigne è una buona idea. Non solo le si può utilizzare per tanti progetti di fai-da-te in casa. Sono anche un ottimo alleato nell’orto o sul balcone. Attenzione, però: possono anche portare malattie.  Ecco cinque rimedi con le pigne per un giardino più rigoglioso e senza parassiti più un trucchetto per evitare brutte sorprese.

Mai dimenticare questo passaggio prima di usarle

Le pigne possono rivelarsi un alleato davvero prezioso in giardino. Ma possono anche nascondere delle brutte sorprese. Infatti, se si raccolgono le pigne in giro, può darsi che all’interno vi si trovino degli insetti. Oppure delle malattie delle piante.

Per fortuna, esiste un rimedio semplice. Basta cuocere le pigne in forno prima di utilizzarle per i propri progetti. Questo passaggio non andrebbe mai saltato, ma occorre molta cautela. Le pigne, infatti, sono infiammabili. Ecco come procedere:

a) coprire una teglia con dell’alluminio;

b) disporvi le pigne;

c) cuocere a 100° per circa 15 minuti;

d) controllare spesso le pigne e tirarle subito fuori dal forno se fanno fumo o si anneriscono.

Grazie a questo procedimento, le pigne saranno asciutte e prive di muffe o insetti dannosi. In più, la casa sarà piacevolmente profumata.

Cinque usi delle pigne in giardino

Le pigne possono essere utilizzate come pacciame. Questo procedimento aiuta a mantenere il suolo alla giusta temperatura e al livello di umidità ideale. Inoltre, allontana i parassiti e previene le erbacce. Le pigne possono essere distribuite sul suolo come pacciame intere o fatte a pezzi (con l’aiuto di un martello).

C’è un altro modo per tenere lontani i parassiti grazie alle pigne: usarle come casetta per le coccinelle. Questi insetti sono voraci predatori di ospiti indesiderati, come gli afidi. Ma, per attirare le coccinelle in giardino, bisogna garantire loro uno spazio per rifugiarsi. Disporre delle pigne in un angolo ombroso e tranquillo è dunque una buona idea.

Per le piante in vaso, le pigne sono un ottimo sostituto dell’argilla espansa. Permettono, infatti, di evitare i ristagni d’acqua, come spiegato qui.

Se si vogliono nutrire gli uccellini nel proprio giardino, ancora una volta le pigne vengono in aiuto. Basta, infatti, coprirle con del burro d’arachidi, poi farle rotolare nel mangime per uccelli. Si otterrà così una semplice mangiatoia fai-da-te da appendere a un ramo.

Infine, le pigne avanzate possono essere utilizzate per il compost. In questo caso, si consiglia di romperle utilizzando un martello.

Ecco cinque rimedi con le pigne per un giardino più rigoglioso e senza parassiti più un trucchetto per evitare brutte sorprese!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te