Cibi da evitare oltre al formaggio per non ingrassare dopo l’intervento al colon

Se escludiamo le patologie più gravi come quelle tumorali, sono tante le motivazioni che potrebbero portare un intervento chirurgico al colon. Per esempio, la rettocolite ulcerosa è una malattia che, partendo dall’intestino, arriva a coinvolgere il colon e richiese un intervento chirurgico se le terapie che combattono la cronicità non hanno effetto.

Spostamenti del colon o infiammazioni molto gravi possono portare a interventi chirurgici di colectomia più o meno gravi. Oltre alla presenza di patologie tumorali, di ulcere e di morbo di Crohn, si può ricorrere all’intervento in caso di diverticolite, occlusione intestinale, emorragie e polipi benigni.

Mantenere una vita regolata, non sedentaria e con una dieta specifica diventa fondamentale per riprenderci del tutto. Dopo l’intervento dovremmo seguire determinate regole.

Mangiare magro per aiutare l’organismo

Solitamente, dopo un intervento al colon i cibi consigliati sono leggeri, ma di vario tipo. Se ben tollerati, yogurt e uova alla coque possono far parte della dieta. Carne e pesce devono essere magri, quindi si parla di vitello, pollo, coniglio e tacchino e merluzzo, sogliola e spigola.

La cottura è molto importante. Il cibo può essere bollito, fatto al cartoccio o al vapore, meglio se macinato, omogeneizzato o sotto forma di polpetta. Sono consigliate le patate, le carote e le zucchine, ma anche le pere e le mele.

Se vogliamo avere un gusto diverso nella nostra dieta, possiamo concederci il prosciutto crudo magro o la bresaola e condire i cibi con un cucchiaio di olio d’oliva. È consigliato fare piccoli pasti frequenti e qualche spuntino e masticare bene il cibo.

Ecco ciò che dovremmo scartare per stare meglio in fretta

I cibi da evitare, oltre al formaggio, sono tutti quelli grassi. Se mangiamo le uova, queste non dovrebbero essere fritte. Dovremmo rinunciare alla carne di maiale e al salmone, ai salumi, al pane e alla pasta.

A parte patate, carote e zucchine anche le verdure non dovrebbero essere consumate, né cotte né crude. E naturalmente dovremmo evitare bevande e frutta zuccherosa come cachi, fichi, mirtilli e quella esotica. Burro, olio di semi, mostarda e spezie dovrebbero essere accantonate.

La cottura dei cibi dovrebbe essere accurata e gli orari in cui mangiare dovrebbero essere rispettati. Avere una routine controllata potrebbe portare l’organismo a guarire più in fretta. Anche bere un litro e mezzo di acqua al giorno, poi, sarebbe fondamentale, purché non fredda o ghiacciata.

Cibi da evitare oltre al formaggio per non ingrassare dopo l’intervento al colon

Potrebbero volerci 3 settimane o 1 mese per riprenderci da un’operazione al colon. Dipende dalla gravità della patologia. Per recuperare le forze senza ingrassare è necessario riprendere con l’attività fisica, ma su suggerimento medico. Anche fare le scale potrebbe essere un esercizio utile.

Se evitiamo di mangiare i cibi grassi e ricchi di zuccheri raffinati, conservanti e coloranti, potrebbe non essere difficile raggiungere il peso forma dopo poco tempo. Una dieta corretta potrebbe aiutarci ad accelerare la cicatrizzazione della ferita ed evitare complicazioni inerenti all’intervento appena subito.

È necessario che le difese immunitarie si rafforzino e che torni l’energia prima possibile. Vitamina A e C sono quindi la base della nostra dieta. Ma anche ferro e zinco. Questa dieta potrebbe essere utilizzata anche in seguito per il mantenimento del peso forma e per continuare ad aiutare l’organismo.

Lettura consigliata

Via tossine e inestetismi con quest’acqua senza glutine alle vitamine

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te