Chi ha animali domestici potrà esultare grazie al nuovo decreto che permette di risparmiare tanti soldi sulle cure

Il Ministero della Salute informa sul nuovo decreto che acconsente ad utilizzare farmaci “ad uso umano” per la cura degli animali domestici. A patto che si rispettino alcune regole che approfondiamo di seguito, si estendono le modalità di cura dei propri amici a quattro zampe. Un grande risparmio per le numerose famiglie che si stima raggiungerà anche il 90%. Chi ha animali domestici potrà esultare grazie al nuovo decreto che permette di risparmiare tanti soldi sulle cure grazie a questa nuova regola.

Come si cureranno i propri animali domestici e quale grande risparmio di potrà ottenere

Con la sottoscrizione del Ministro Speranza si rende noto il decreto che prevede l’utilizzo di farmaci “ad uso umano” per curare animali domestici. La notizia giunge per mezzo del comunicato stampa n. 15 del Ministero della Salute. In base a quanto stabilisce il provvedimento: il veterinario potrà prescrivere medicinali ad uso umano per curare animali domestici. Questa regola vale solo a patto che il medicinale che si intende prescrivere contenga lo stesso ed identico principio attivo del medicinale ad uso veterinario. Chi ha animali domestici potrà esultare grazie al nuovo decreto che permette di risparmiare tanti soldi sulle cure grazie a questa misura. Secondo alcune stime, pare che quasi la metà delle famiglie italiane potrà beneficiare di tale vantaggio. Tale servizio tenderà inoltre a garantire un risparmio fino al 90% sui costi delle cure destinate agli animali da compagnia.

Una conquista per molte rappresentanze

In base a quanto ha commentato lo stesso Ministro Speranza, il provvedimento renderà più facilmente accessibili moltissime cure veterinarie alle famiglie. La misura fissa una importante pietra miliare per tutte le associazioni e rappresentanze che negli anni precedenti avevano denunciato costi molto elevati per farmaci veterinari.  Il provvedimento dovrebbe avere delle ricadute positive anche su fenomeni indirettamente connessi alla difficoltà di cura degli animali come abbandono, trascuratezza e inadeguata cura.

A proposito di risparmi, ricordiamo che quest’anno aumenta anche il tetto massimo di spese da portare in detrazione. Nella guida “Chi ha un animale domestico può ottenere un bonus fiscale fino a 80 euro nel 2021” spieghiamo cosa fare per ottenere la detrazione.

Approfondimento

Come pagare le spese veterinarie per ottenere i soldi delle detrazioni IRPEF per i propri animali domestici

Consigliati per te