Bonus mobili 2021 e la nuova etichetta energetica elettrodomestici: meglio aspettare ad acquistare o comprare il più efficiente

A partire dal 1° marzo è entrata in vigore la nuova etichetta energetica europea che ha portato ad una nuova scala di efficienza energetica degli elettrodomestici.

Se prima le classi energetiche dalla D arrivavano fino alla A, A+, A++ e A+++, la nuova etichetta energetica riporterà la nuova classificazione che va dalla G alla A.

L’introduzione delle classi con il + della vecchia classificazione si era resa necessaria per il continuo progredire della tecnica e dell’ingegneria. Gli elettrodomestici, infatti, divenivano con il passare degli anni sempre più efficienti dal punto di vista energetico.

La classe A+++ ad esempio fu introdotta nel 2010.

Queste classi aggiuntive però erano poco gestibili e comprensibili dal consumatore ed anzi generavano confusione.

Le nuove classi energetiche

A livello europeo si è quindi optato per una nuova etichetta energetica. Il cambiamento si è reso necessario per “liberare la classe A” per eventuali evoluzioni per l’efficienza degli elettrodomestici. Attualmente nessuno dei prodotti in commercio rispecchia i criteri imposti dalla nuova classe A. È ancora troppo presto per i tempi attuali!

Qualcuno potrebbe pensare che basti confrontare i valori delle due scale e ottenere la nuova classe energetica. Purtroppo, è un po’ più complesso ma questo compito non spetta certo al consumatore! I criteri che stabiliscono in quale classe debba rientrare un elettrodomestico sono cambiati, sono più rigorosi. Sono stati presi in considerazione nuovi parametri, perciò non basta un semplice confronto fra le due graduatorie.

Per abituarci a questa transizione, potremo trovare due etichette al momento dell’acquisto, quella vecchia e quella nuova. Quella nuova si riconosce per il QR Code presente in alto.

Ma veniamo al punto.

Bonus mobili 2021 e la nuova etichetta energetica elettrodomestici: meglio aspettare ad acquistare o comprare il più efficiente?

Fatti gli accertamenti sui requisiti necessari per usufruire del bonus mobili 2021, chi ne avesse diritto deve fare attenzione agli acquisti effettuati in questi giorni.

Il bonus mobili 2021 riguarda l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici, di classe non inferiore alla A+ (classe A o superiore per forni e lavasciuga).

Questa specifica, contenuta nella Guida dell’Agenzia delle Entrate, si basa sulla vecchia classificazione energetica quindi sulla vecchia etichetta.

Naturalmente l’Agenzia delle Entrate emanerà presto l’adeguamento necessario ma in attesa che si può fare?

Secondo gli esperti di settore un elettrodomestico che era in classe A+++, con la nuova classificazione potrebbe finire in C. Quelli che erano in classe A++ potrebbero passare alla E.

In attesa quindi di una rimodulazione degli elettrodomestici agevolabili secondo il bonus mobili, sarebbe opportuno acquistare il modello con la classe energetica più alta. In questo modo ci tuteleremmo dal vedere poi escluso il nostro acquisto dalle agevolazioni.

Quindi se occorresse scegliere fra un frigorifero con classe energetica C secondo la nuova etichetta (un probabile A+++ secondo la precedente) e uno in E, optate per il primo.

Ecco spiegato se per il bonus mobili 2021 e la nuova etichetta energetica elettrodomestici: meglio aspettare ad acquistare o comprare il più efficiente.

Consigliati per te