Da marzo saranno queste le nuove classi energetiche sulle etichette degli elettrodomestici 

Ci sono novità in arrivo per le etichette degli elettrodomestici, che cambiano ulteriormente la loro classificazione. Non compariranno le famose classi “+” tanto importanti per la percezione del bonus mobili ed elettrodomestici. Da marzo saranno queste le nuove classi energetiche sulle etichette degli elettrodomestici come lavatrici, asciugatrici, frigoriferi e così via.

Non esisteranno le classi più

Da marzo di quest’anno le etichette delle classi energetiche presenteranno esclusivamente una classificazione in lettere. La scelta è probabilmente motivata dalla necessità di rendere più comprensibile la classificazione agli utenti finali, ovvero i consumatori.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

La classificazione con il simbolo “+” sembrava troppo confusionaria per questi ultimi che, da marzo, avranno a che fare con le sole lettere. Le nuove regole sull’etichettatura avevano ricevuto il via libero definito della Commissione Europea ed entreranno in vigore dal primo marzo del 2021.

Cosa cambia

Da marzo saranno queste le nuove classi energetiche sulle etichette degli elettrodomestici: A, B, C, D, E, F, G.

A adottarle saranno tutti i paesi dell’Unione Europea. La gradazione rimarrà la stessa: gli elettrodomestici di classe A sono quelli con minor impatto ambientale e miglior efficientamento energetico, viceversa con la lettera G.

L’introduzione di un QR-Code

Ma il maggiore vantaggio per il consumatore consisterà nella predisposizione di un QR-Code, che affiancherà l’etichetta energetica. Scansionando questo apposito codice, sarà possibile ottenere delle informazioni aggiuntive sull’elettrodomestico.

L’esigenza è nata dalla necessità di correre al passo con un mondo sempre più smart e tecnologico. Inoltre, tali operazioni consentiranno un miglior controllo delle autorità che esercitano la vigilanza sulle condizioni di mercato.

Alcune precisazioni

Le nuove etichette saranno obbligatorie dal prossimo primo marzo, ma qualche elettrodomestico disponeva già della nuova etichetta da ottobre del 2020. Per vendere gli elettrodomestici dotati esclusivamente della vecchia etichetta, i venditori avranno tempo fino a novembre.

Da questo mese in poi, ogni elettrodomestico dovrà possedere le nuove classi. Invece, da marzo 2024, non sarà più possibile per i venditori il commercio di elettrodomestici classificati come “G” e, in alcuni specifici casi, “F”.

Gli elettrodomestici interessati saranno invece frigoriferi, lavasciuga, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, display elettronici e lampade. Per approfondimenti consigliamo di consultare il sito ufficiale dell’Istituto italiano del marchio di qualità.

Consigliati per te