Bastano due ore di cammino per raggiungere questo ghiacciaio maestoso

L’estate sta finendo, eppure ancora per un po’ potremo goderci le alte temperature e le belle giornate. Per questo motivo anche la stagione delle escursioni in montagna è tutt’altro che terminata. A noi di ProiezionidiBorsa piace parlare di trekking semplici ed accessibili anche agli escursionisti meno esperti. Oggi vedremo una camminata accessibile con un minimo di allenamento che ci permette di raggiungere una vetta panoramica e maestosa. Immersa in un paesaggio incontaminato, questa montagna ci regala la possibilità di vedere un ghiacciaio da vicino. Ecco perché bastano due ore di cammino per raggiungere questo ghiacciaio al confine tra Piemonte e Valle d’Aosta.

Un parco storico da scoprire a fine stagione

Parleremo di un’escursione nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, il parco naturale più antico d’Italia, situato al confine tra Piemonte e Valle d’Aosta. Questa zona dell’arco alpino è ricca di flora e fauna e permette di vivere la montagna a tutti i livelli. Si possono raggiungere cime alte ed insidiose come il Gran Paradiso, oppure fare escursioni adatte a tutta la famiglia.

Oggi parleremo di una montagna affascinante, raggiungibile in poche ore dal Piano del Nivolet. Stiamo parlando di Punta Basei, che con i suoi 3.338 metri ci permette una visuale ampia mozzafiato. Avremo solo 800 metri di dislivello e potremo camminare a fianco di ghiacciai vasti. Potremo camminare su un sentiero segnalato con alcuni tratti di pietraia. Al termine dell’ascesa c’è una facile cresta facilitata dalla presenza di corde fisse. Dalla sommità potremo vedere la pianura piemontese, ma anche le montagne valdostane e del canavese. Se siamo allenati potremo raggiungere la vetta in meno di tre ore. Al ritorno impiegheremo lo stesso tempo per ritornare al punto di partenza.

Bastano due ore di cammino per raggiungere questo ghiacciaio maestoso

Possiamo lasciare l’automobile di fronte al Rifugio Savoia per poi incamminarci in un prato arricchito da piccoli laghi. Senza tratti eccessivamente ripidi e difficili godremo della bellezza del paesaggio che cambia aumentando l’altitudine. Dalle torbiere verdi e ricche di flora e fauna saliremo fino a che la vegetazione sparirà del tutto. Raggiunta la costa del ghiacciaio, potremo ammirarlo con i suoi rumori e i suoi colori unici. Potremo osservare l’acqua che disgela senza rischi perché il sentiero è sicuro. Si tratta di uno dei ghiacciai più accessibili delle Alpi, e anche se meno imponente di altri ci regalerà emozioni uniche. L’unica accortezza da seguire è quella di indossare abbigliamento tecnico in quanto le temperature possono essere molto basse.

Lettura consigliata

È la meta perfetta per un weekend autunnale romantico

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te