Basta davvero poco per pulire i fornelli in maniera efficace, economica e duratura

Uno dei grandi problemi, quando si cucina è il tempo che si perde, successivamente, per la pulizia dell’ambiente. Questo inibisce parecchio molte persone, soprattutto i single, che spesso non vogliono mettersi ai fornelli per evitare poi di doverli pulire. Per quanto ci siano metodi che possono aiutare a prevenire, è innegabile che sia abbastanza noioso occuparci sempre della nostra macchina del gas. Così la chiamavano i nostri nonni, così la chiamano ancora oggi molti di noi.

Le piastre a induzione hanno sicuramente attenuato il problema, ma in molti ancora non le posseggono all’interno delle proprie cucine. Di conseguenza, o si attuano rimedi preventivi oppure ci si deve ingegnare per trovare metodi rapidi ed economici successivi. Questo per far sì che i nostri fornelli siano quantomeno presentabili. La prevenzione si può fare utilizzando la carta stagnola, con cui possiamo coprire tutta la superficie del piano cottura, forandola solo laddove ci sono i bruciatori. Al termine, sarà sufficiente rimuoverla per avere dei fornelli quasi intonsi. Tuttavia, non è detto che questo basti per i bruciatori del gas.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Basta davvero poco per pulire i fornelli in maniera efficace economica e duratura

Sopra questi, infatti, non è possibile utilizzare la copertura, per ovvi motivi. Di conseguenza serve trovare un buon metodo per pulirli. Come spesso accade, in cucina come nella gestione della casa, è la nonna a venirci in aiuto. Infatti, se non vogliamo ricorrere a detersivi o additivi chimici per la pulizia, possiamo effettuarla alla vecchia maniera.

Si prende una pentola d’acqua abbastanza capiente e si porta a ebollizione. Successivamente, aggiungiamo un bicchiere scarso di aceto di vino, preferibilmente bianco. Insieme a questo, versiamo anche mezzo bicchiere di succo di limone. Possiamo utilizzare quello già pronto in commercio, oppure spremerne uno naturale. Poi immergiamo i nostri bruciatori, insieme ai piattelli. Chiaramente, questa operazione è consigliabile farla spesso, onde evitare che si lasci passare troppo tempo e che le incrostazioni divengano difficili da sciogliere. Dopo circa un’ora, potremmo già verificare la bontà del nostro metodo. Non è, però, finita qui.

Trattamento con il bicarbonato

Muniamoci di uno spazzolino da denti e di un bicchiere dove andremo a versare due cucchiai di bicarbonato di sodio. Bagniamo lo spazzolino nella soluzione, intingiamolo nel bicarbonato e andiamo a pulire con precisione il bruciatore. Lo sporco ammorbidito verrà rimosso facilmente e i nostri fornelli saranno nuovamente splendenti dopo che li avremo passati sotto un getto forte di acqua corrente. Basta davvero poco per pulire i fornelli in maniera efficace economica e duratura, fondamentale però è non aspettare che siano in condizioni drammatiche prima di intervenire. L’ideale è ripetere il trattamento ogni due o tre settimane. Oppure quando ci si accorge che i fornelli e i bruciatori sono stati intaccati da residui particolarmente complicati da togliere. Un esempio è quello dei fritti o dei cibi grassi.   

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te