Avremmo la pelle come velluto eliminando quella secca da abbronzatura

La pelle abbronzata dona a tutti. Alcune carnagioni assumono una doratura tenue, altre si scuriscono maggiormente. Oltre alla protezione solare si dovrebbe avere cura della propria pelle con diverse attenzioni. Il primo aspetto da considerare è la salute della cute. L’esposizione deve essere moderata e protetta.

Si potrebbe mantenere la pelle brunita anche dopo il mare e farle avere un aspetto sano e curato senza che i raggi UV ci danneggino.

In estate la pelle è in evidenza, anche grazie all’abbigliamento corto e leggero. Dunque dovrebbe essere curata e morbida ancor più che in inverno.

Avremmo la pelle come velluto eliminando quella secca da abbronzatura

Con l’esposizione al vento, al sole, alla salsedine o al cloro, la pelle tende a screpolarsi. Particelle di pelle morta e desquamazioni potrebbero rendere l’aspetto sgradevole e l’abbronzatura non uniforme.

Nonostante l’applicazione dei filtri UV e l’utilizzo dei doposole, la pelle potrebbe aver bisogno di altri sistemi per prolungare l’aspetto brunito.

Potremmo raggiungere l’effetto sperato bevendo almeno 2 litri d’acqua al giorno e fare la doccia con detergenti poco aggressivi. L’ideale potrebbe essere il sapone di Marsiglia o all’olio d’oliva. In alternativa potremmo scegliere prodotti a base di betacarotene. Mangiare tanta frutta e verdura di stagione e consumare olio d’oliva e frutta secca agevolerebbe la capacità di preservare l’abbronzatura.

Per idratare l’epidermide potremmo nutrirla con l’olio di carote o di avocado. Per il viso potrebbe bastare la vaporizzazione di acqua termale da spruzzare più volte al giorno.

La pelle dovrebbe risultare luminosa e sana.

Potrebbe accadere che prendendo il sole in maniera errata si creino delle macchie. Sarebbero antiestetiche, ma si potrebbe rimediare e recuperare il benessere della pelle in poche mosse. La pelle secca e disidratata potrebbe essere la causa di queste macchie. Se c’è una scottatura occorrerebbe aspettare due o tre giorni prima di intervenire. Quando l’epidermide è sfiammata, si potrebbe eseguire uno scrub leggero con ingredienti naturali che possa nutrire ed esfoliare contemporaneamente.

Come togliere l’abbronzatura in maniera uniforme

Se utilizzassimo un altro trucco, avremmo la pelle come velluto e senza differenze di colorito. In questo caso il nostro alleato sarebbe il limone. Il succo di questo frutto è schiarente e dunque ridurrebbe la differenza tra le zone più scure e quelle più chiare. Anche tamponare la pelle con acqua di rose contribuirebbe ad uniformare il colorito.

Crema e maschera

Per eliminare l’abbronzatura e tornare al nostro normale colorito esisterebbero delle creme capaci di schiarire gli strati superiori dell’epidermide. Per il viso potremmo preparare un impasto con polpa di papaia e miele. La maschera dovrebbe essere applicata per circa 20 minuti e poi risciacquata. Per il corpo andrebbe bene una crema a base di yogurt e succo d’arancia da far agire mezz’ora.

Lettura consigliata

Ottenere una pelle liscia del viso e del collo e mani setose anche dopo i 60 anni è facilissimo in questi posti gratuiti tra Toscana, Lazio e Sicilia

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te