Attenzione alle azioni EXOR nel breve potrebbero riservare brutte sorprese

Se nel lungo periodo un investimento nella cassaforte della Famiglia Agnelli-Elkann è una garanzia, (di questo ci siamo occupati in precedenti report), attenzione alle azioni EXOR nel breve potrebbero riservare brutte sorprese.

Brutte sorprese che potrebbero arrivare da una situazione grafica che si sta compromettendo sempre più e che potrebbe spingere le quotazioni verso i minimi annuali. Prima di occuparci di questo, però, diamo uno sguardo agli ultimi sviluppi sulle strategie di investimento del titolo.

“HYCM”/
“HYCM”/

EXOR ha investito 43 milioni di euro sulla società indiana MyTVS, una piattaforma online che raccoglie tutta una serie di servizi post-vendita per automobili. La holding non è nuova a investimenti in India. Attraverso il fondo associato EXOR Seeds, infatti, ha investito in CARS24, piattaforma indiana per la compravendita di automobili usate. Il mercato dell’usato in India è molto importante, si stima un giro di affari da oltre 24 miliardi di euro nel 2019. Pertanto, tutti questi investimenti sono focalizzati a sfruttare al meglio le potenzialità di un mercato così ricco.

Secondo gli analisti che coprono il titolo il consenso medio è comprare con un prezzo obiettivo medio che esprima una sottovalutazione del 27%.

Attenzione alle azioni EXOR nel breve potrebbero riservare brutte sorprese: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario EXOR (MIL:EXO) ha chiuso la seduta di contrattazioni del 19 agosto a quota 70,94 euro in ribasso del 3,46% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Con la chiusura del 20 agosto la proiezione in corso potrebbe invertire al ribasso e puntare al I obiettivo di prezzo in area 65 euro. Gli obiettivi successivi si trova in area 54,4 euro (II obiettivo di prezzo) e 43,55 euro (III obiettivo di prezzo). Da notare che il segnale di vendita dello Swing Indicator che potrebbe formarsi questa settimana non va applicato in quanto cancellato dal filtro che applichiamo per eliminare i falsi segnali.

Rimane, quindi, come più probabile lo scenario rialzista che troverebbe la sua definitiva consacrazione nel caso di una chiusura settimanale superiore a 76,4 euro. In questo caso gli obiettivi successivi si trovano in area 90,4 euro, prima, e 104,4 euro, poi.

exor

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te