Attenzione alla truffa che potrebbe arrivare rispondendo a questa chiamata telefonica a nome di due grandi aziende

Il mondo delle truffe è molto vasto e utilizza diversi sistemi per raggirare la gente. Inoltre attraverso i computer è possibile orchestrare delle truffe talmente sofisticate che è difficile riconoscerle. Bisogna sempre fare molta attenzione a non cascarci.

Ancora oggi sono in molti ad affidare tantissimi soldi a persone che promettono guadagni straordinari. Alla fine, però, si perde tutto e i soldi finiscono nella tasca di uno solo.

Raggiri abili sulla fiducia della gente

Attenzione alla truffa che arriva rispondendo ad una mail o ad una telefonata. Si potrebbe entrare in contatto con persone abili, che abitano all’estero e cercano di creare un’amicizia, che serve ad eliminare la prima diffidenza.

Dopo un lungo periodo in cui tutto va bene, a un certo punto si espone un problema. Si tratta di un’improvvisa necessità di denaro, che può dipendere da tanti motivi. Un’ospedalizzazione, disastri in casa da riparare o qualcosa che riguarda i figli. Proprio per l’amicizia che si è creata, la persona dall’altro capo crede a tutto questo. Invia così il denaro, e quello che viene richiesto, fino a quando non si scopre che è un raggiro.

Attenzione alla truffa che potrebbe arrivare rispondendo a questa chiamata telefonica a nome di due grandi aziende

Tuttavia la maggior parte delle truffe passa attraverso computer e cellulari, e tende a svuotare il conto. Avviene attraverso dei pericolosi virus, per cui si cerca di carpire tutto quello che riguarda la nostra vita compreso i codici segreti e il numero delle carte di credito.

Una truffa che si sta diffondendo ultimamente riguarda il sistema delle chiamate telefoniche. Ci si spaccia per persone che lavorano per conto di grandi ditte, come Amazon oppure Microsoft. Si telefona i malcapitati, dicendo che mancano alcuni dati all’account che hanno sul sito. Un altro motivo potrebbe essere quello che ci sono problemi con la spedizione effettuata.

Richiesta di dati personali

Sono tutti tentativi per chiedere informazioni sull’indirizzo e anche i codici di accesso alla piattaforma Amazon. Tuttavia, nessuna azienda e nemmeno una banca chiede al proprio cliente dati di questo tipo. Soprattutto poi se il cliente non ha mai contattato di sua volontà l’azienda stessa. Se capitasse una cosa del genere, bisognerebbe subito pensare ad una truffa e segnalare eventualmente l’accaduto.

Le truffe arrivano anche sfruttando la fama di Microsoft. Molti utilizzano computer con questo sistema e i truffatori si spacciano per dei tecnici dell’azienda. Si cerca di convincere le persone a installare dei programmi, che permettano di intervenire a distanza direttamente sul computer. Questo per risolvere qualsiasi tipo di problema in qualunque momento. Tuttavia se si facesse ciò, il computer cadrebbe nelle mani di questi malintenzionati, carpendone qualsiasi tipo di segreto.

Queste e le altre truffe sono assolutamente da evitare per non trovarsi con il conto bancario completamente svuotato.

Approfondimento

Molti lo fanno senza pensarci ma è il peggior modo di proteggere il computer

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te