Attenzione a questa email che sta arrivando dall’INPS, perché si tratta dell’ennesima truffa

Un’ennesima truffa è in corso in questi giorni sugli indirizzi email di milioni di italiani. Proprio l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha diramato in queste ore una nota di avviso alla stampa in merito alla questione. Si tratta di un altro ormai noto tentativo di phishing che però, questa volta, avviene in maniera molto professionale e ingannevole.

La Redazione di ProiezionidiBorsa ha spesso messo in guardia i Lettori da questo tipo di attività illecita. Anche questa volta, quindi, l’invito è a fare particolarmente attenzione a questa email che sta arrivando dall’INPS, perché si tratta dell’ennesima truffa. Il phishing è una tecnica che sta diventando sempre più comune e, grazie alle moderne tecnologie sempre più evolute, anche più complessa da identificare.

Cos’è il phishing

Il suo funzionamento, di base, è semplice. Si chiama “phishing” perché deriva dal verbo inglese “fishing”. Ovvero “pescare”. L’idea è quella, per l’appunto, di andare ad acchiappare pescandoli in rete, i dati finanziari e le password degli utenti per poi poterle riutilizzare e rivendere sul dark web.

Nel caso specifico denunciato dall’INPS, viene utilizzato un indirizzo di posta certificata fasullo, molto simile a quelli dell’Istituto. In più l’email è firmata con nome e cognome di un funzionario dell’Istituto che, facendo una breve ricerca su Google, risulta realmente esistente. Quindi tutto ben architettato per ingannare gli utenti anche meno superficiali.

Come evitare truffe

L’email sfrutta la scusa di finte comunicazioni da parte dell’INPS. E invita a scaricare e compilare un modulo allegato. In questo modo si può, secondo il finto modulo, accedere a benefici e sostegni economici per la pandemia.

Ma nella nota stampa l’INPS ricorda che le informazioni e i moduli sono accessibili solo ed esclusivamente dal portale ufficiale dell’Istituto. Per motivi di sicurezza, infatti, non vengono mai inviate e-mail con allegati da scaricare. Né con link cliccabili.

Il consiglio della Redazione è lo stesso che suggerisce l’Istituto quando invita a fare attenzione a questa email che sta arrivando dall’INPS, perché si tratta dell’ennesima truffa. Diffidare delle comunicazioni con link sospetti, moduli da compilare con dati personali e allegati da scaricare: quasi sicuramente si tratta di operazioni illegali.

Consigliati per te