Attenti alla zanzara che trasmetterebbe la Malattia del Nilo e l’encefalite

Il clima mite di cui godeva l’Italia sembra che si trasformi sempre più. Poco alla volta la temperatura aumenta, tanto che a volte si ha l’impressione di essere ai tropici. Oltre a ciò, si diffondono nuove malattie che prima risultavano rare oppure collocate in alcune zone del globo.

In questo periodo bisogna fare attenzione al caldo e all’umidità. Possono portare difficoltà soprattutto alle persone deboli e anziane. Quando fa troppo caldo sarebbe meglio non uscire di casa. Inoltre adottare qualche stratagemma per rendere più fresca l’aria nella propria abitazione. Molti accendono i condizionatori d’aria che permettono di abbassare la temperatura. Il costo però di un condizionatore durante il periodo estivo potrebbe incidere, su chi ha già una pensione debole. Si potrebbe utilizzare il rinfrescatore evaporativo oppure un semplice ventilatore, che regala un poco di sollievo.

Un’altra cosa qui bisogna fare attenzione sono insetti. A causa della globalizzazione e dello scambio delle merci internazionali, colonizzano nuove zone del pianeta. Ce ne sono alcuni che sono più pericolosi anche in Italia. Uno di questi è arrivato negli ultimi anni, la zanzara tigre. A parte le sue punture rapide, è vettore anche di una malattia, la chikungunya. Comporta in genere febbre e dolori articolari.

Bisogna fare attenzione anche ad una cimice che trasmette un problema di salute subdolo, la Malattia di Chagas. Potrebbero passare degli anni senza avvertirne la presenza. Eppure questa malattia se non presa in tempo può portare anche alla morte.

Attenti alla zanzara che trasmetterebbe la Malattia del Nilo e l’encefalite

Tra le malattie che hanno fatto ingresso nel nostro paese e in Europa vi sono la Malattia del Nilo, l’encefalite giapponese e la filariasi. Queste tre malattie sarebbero legate alla zanzara Culex, la varietà comune in Italia e nel Mondo.

L’introduzione di queste malattie è forse dovuta anche alle rotte migratorie degli animali selvatici. Potrebbe essere il caso della Malattia del Nilo, la cui presenza in Italia è nella cronaca, a causa di alcuni casi. Allora meglio stare attenti alla zanzara che trasmetterebbe la Malattia del Nilo.

È provocata dal virus West Nile, individuato in Uganda nel 1937, nel distretto da cui prende il nome. La malattia è diffusa in Africa, Asia occidentale, Europa, Australia e America. Si tratta di una malattia particolare, in genere asintomatica. Per il 20% comporterebbe sintomi lievi soprattutto nella fascia giovanile. Si tratterebbe di febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, sfoghi cutanei.

Gli effetti più preoccupanti sarebbero legati alla fascia debole degli anziani. In questi si potrebbe verificare tra gli altri febbre alta, forti mal di testa, disorientamento, tremori, convulsioni, fino alla paralisi e al coma. Nella percentuale di 1/1000 dei colpiti, il virus potrebbe causare un’encefalite letale.

La zanzara Culex diffusa in Italia ma anche nel Mondo, trasmette nella fascia dall’India al Giappone, l’encefalite giapponese. Anche questa si sta diffondendo sempre di più in quella zona della Terra.

Lettura consigliata

Allontanare le zanzare e le mosche con il rimedio profumato delle nonne

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te