Arrivano 7 giorni di soldi e pagamenti INPS tra REM e pensioni o assegno unico figli 

Come per il passato, la coda del mese si presenta densa di date e appuntamenti per chi attende erogazioni economiche dall’Ente di Previdenza. Infatti da domani arrivano 7 giorni di soldi e pagamenti INPS tra REM e pensioni o assegno unico figli.

Il motivo è da ricercare in parte con l’incremento di misure di sostegno dalla pandemia in poi, che ha moltiplicato gli appuntamenti. In parte è dovuto anche agli arretrati, che accavallano i pagamenti di competenza con quelli pregressi. Facciamo dunque ordine e chiarezza sul tema.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

I pagamenti che iniziano martedì 23

Tra i primissimi pagamenti attesi della settimana troviamo il reddito di emergenza, il REM. Il decreto Sostegni bis dello scorso maggio aveva previsto ulteriori 4 rate (giugno, luglio, agosto e settembre) ed ora siamo arrivati alla quarta rata. Salvo novità dei prossimi giorni e settimane, dovrebbe trattarsi dell’ultimo pagamento. Dal Governo non è trapelata finora alcuna indiscrezione in merito ad una sua eventuale proroga.

La quarta rata sarà pagata in due date, martedì 23 e venerdì 26. Tutto varia in base al metodo di pagamento scelto al momento della compilazione della domanda. Chi ha optato per il bonifico diretto, ossia bancario o postale, riceverà i soldi il 23. Tutto rimandato al 26, invece, per chi ha scelto il bonifico domiciliato.

I flussi di pagamento del 25 novembre

Giovedì 25 inizierà la riscossione del rateo di dicembre, comprensivo della tredicesima, per milioni di pensionati. L’appuntamento interesserà la maggioranza degli interessati, mentre è rimandato a mercoledì 1° dicembre l’accredito della pensione in banca.

Per chi ritirerà il vitalizio in contanti presso lo sportello postale, si procederà come sempre secondo l’iniziale del proprio cognome. Tuttavia, è bene accertarsi  che non ci siano variazioni di calendario, specie lì dove non sempre è garantita l’apertura degli sportelli il sabato.

Sempre in settimana è atteso anche il nuovo cedolino (di solito esce intorno al 20 del mese). Infine ricordiamo che questi pensionati riceveranno in automatico il Bonus Natale di circa 155 euro, senza alcuna domanda da presentare.

Capitolo reddito (RdC) e pensione di cittadinanza (PdC)

Il giorno seguente, il 26, dovremmo avere il pagamento RdC e PdC (si attende l’ufficialità). Il 27 novembre, infatti, cade di sabato, per cui si dovrebbe anticipare di un giorno, come avvenuto in passato. Il sabato pomeriggio gli uffici postali sono chiusi e, di solito, la ricarica RdC e PdC arriva tra l’ora di pranzo e il primissimo pomeriggio.

Ricordiamo che si tratta della ricarica ordinaria di fine mese, mentre quella “speciale” la si è avuta già lo scorso 15 novembre.

L’assegno unico (AU) ponte

Saranno giorni di pagamenti anche per l’AU, ma vediamo a beneficio di chi. Al riguardo infatti bisogna distinguere gli assegni ai percettori RdC (le c.d. integrazioni) dagli assegni su domanda.

Le integrazioni RdC relative al mese di ottobre, in realtà sono arrivate già a tanti percettori del reddito. Al riguardo, attenzione a come calcolare l’importo edll’AU per i titolare del reddito di cittadinanza.

Invece dovremo attendere la fine di novembre (ossia: il 25-26, oppure il 29-30) per le somme dell’AU su domanda, relative ad ottobre. Basterà vedere quando inizieranno le lavorazioni per capire quando arriveranno i soldi.

Arrivano 7 giorni di soldi e pagamenti INPS tra REM e pensioni o assegno unico figli

Incertezza assoluta per quanto riguarda le competenze AU di novembre, sia con riferimento alle integrazioni sia per chi ha inoltrato domanda.

Se l’INPS dovesse continuare i pagamenti come ha sinora fatto, allora la competenza di questo mese è rimandata a dicembre. In particolare, dal 15 in poi per i titolari RdC e gli ultimi scampoli del 2021 per chi ha inoltrato domanda.

In chiusura, sono attese anche per i prossimi giorni le ricariche residue della carta acquisti (iniziate dallo sorso 3 novembre), della NASPI (iniziate l’8 novembre). Per il Bonus bebè, invece, ancora non si hanno date, ma si vocifera di ultimissimi giorni di novembre e i primi di dicembre.

Approfondimento

Prelevare denaro contante dall’ATM Postamat ora è più facile e sicuro farlo così.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te