Anche le piante grasse possono stare male, ecco 5 cose da fare subito

L’estate è la tipica stagione in cui le alte temperature possono fare seccare le nostre amate piante. In questo caso il rischio è quello di avere dei balconi spogli e una soluzione potrebbe essere quella di munirsi di piante grasse.

Data la loro resistenza al caldo questo potrebbe farci pensare che sia una buona idea. In realtà, anche questa tipologia di pianta potrebbe essere vulnerabile nonostante sia una di quelle che richieda meno attenzioni e cure.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Ci sono dei sintomi, infatti, che ci possono fare capire che il nostro cactus stia male.

Prima di tutto si deve riconoscere la natura del problema

Alcuni di questi possono essere il colore della pianta che è diventato più chiaro del solito. Oppure ci sono delle parti che stanno seccando e pertanto sta perdendo pezzi o foglie.

Ciò che provoca questi sintomi può provenire da varie situazioni e l’importante è saper riconoscere la natura del problema per poter intervenire tempestivamente.

Fra queste vi possono essere la luce e le condizioni ambientali non adeguate oppure un terreno non adatto.

Quindi, visto che anche le piante grasse possono stare male, ecco 5 cose da fare subito

Mancanza d’acqua e terreno secco

Partendo dal terreno c’è la possibilità che abbia bisogno di acqua, quindi, ciò significa che si deve innaffiare la pianta più frequentemente. Ce ne si può accorgere anche dal fatto che alcune parti siano più avvizzite e rinsecchite.

Quindi, la prima cosa da fare è annaffiarla abbondantemente fino a far fuoriuscire l’acqua dal vaso. Qualora il problema non sia la secchezza del terreno, può darsi che siamo in presenza del fenomeno detto eziolamento.

Questo problema porta al restringimento dei gambi o delle parti rotonde. In questo caso bisogna metterla vicino a una finestra nella direzione sud-ovest perché probabilmente la pianta ha bisogno di luce.

Anche le piante grasse possono stare male, ecco 5 cose da fare subito

La terza cosa da fare riguarda le parti secche che ovviamente si devono rimuovere. In questo caso può essere che la nostra pianta abbia dei funghi che si sono formati per l’eccesso di acqua ricevuta.

Questo può essere vero in particolare se le parti che si devono rimuovere sono marroni o nere. Dopo averle rimosse sarà necessario rinvasare la pianta e metterci un adeguato terriccio. Nel caso di ingiallimento di tessuti, invece, il problema è che la pianta sta prendendo troppa luce.

In questi casi la cosa da fare è di spostare in un luogo ombreggiato il cactus, possibilmente vicino una finestra che dà verso est.

Infine, occorre eliminare subito i principali insetti pericolosi per la nostra pianta grassa come la cocciniglia farinosa o gli acari rossi. Concludendo, in relazione alla natura del problema si può intervenire subito con queste 5 azioni.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te