Anche i lavoratori stagionali possono ottenere il Bonus da 200 euro con questi requisiti, tempistiche e modalità

Il Decreto Aiuti ha esteso su larga scala il Bonus da 200 euro. In moltissimi, quindi, tra dipendenti, autonomi e lavoratori domestici lo riceveranno. Esso spetterà, inoltre, anche ai lavoratori stagionali. Sicché, il Decreto, in sede di revisione, ha subito degli aggiustamenti fino al 2 maggio. È proprio a causa di questi rimaneggiamenti che esso non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Quindi, in attesa del testo ufficiale, vediamo quali sono i requisiti per ottenerlo, le tempistiche e come verrà pagato.

Anzitutto, come negli altri casi, si tratta di un contributo di 200 euro, erogato una tantum, a partire dal mese di luglio. Con la nuova bozza, il Bonus, inizialmente diretto ai lavoratori dipendenti, pensionati e disoccupati, si è esteso anche ad altri. Si tratta, in particolare, dei collaboratori domestici, dei lavoratori stagionali e dei percettori del reddito di cittadinanza.

Le caratteristiche della manovra e del Bonus

In sede di revisione del Decreto Aiuti si è intervenuti non solo sui Bonus, per estenderne la portata, ma anche sul Superbonus al 110%. Anche questo ha rappresentato una questione oltremodo scottante per diversi mesi e, alla fine, lo si è prorogato per le villette. Inoltre, si sono effettuati degli aggiustamenti sulla cessione bancaria del credito, altro punto assai dolente. Per quanto riguarda i Bonus, invece, grazie alle correzioni della bozza, anche i lavoratori stagionali potranno ottenerlo. Ciò, a condizione che, nel 2021, abbiano avuto un reddito inferiore a 35.000 euro.

Quindi, il requisito richiesto è di tipo reddituale, sicché si guarderà ai guadagni rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda invece la modalità di assegnazione del Bonus, soffermiamoci su cosa stabilisce l’ultima bozza del Decreto. Ebbene, i datori di lavoro, dei settori pubblico e privato, dovrebbero riconoscerlo in via automatica ai lavoratori.

Anche i lavoratori stagionali possono ottenere il Bonus da 200 euro con questi requisiti, tempistiche e modalità

Una volta assegnato il Bonus, i datori di lavoro, in sede di conguaglio, verificheranno se spetti effettivamente o meno. In quest’ultimo caso, i lavoratori non aventi diritto, saranno tenuti a restituirlo. Quindi, è chiaro che per ottenere i 200 euro di Bonus non si deve presentare alcuna domanda. Ciò in quanto esso si riconosce in via automatica. In ogni caso, i dettagli operativi sulle modalità della sua erogazione si stabiliranno con un apposito decreto ministeriale. Questo si emanerà entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Aiuti.

Approfondimento

200 euro anche per gli autonomi con il Decreto Aiuti ma ecco le istruzioni per richiederlo, i requisiti richiesti e come funziona

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te