Anche chi utilizza poco questo vantaggioso strumento di cottura dovrebbe seguire questi preziosi consigli per una sua pulizia efficace

I metodi per cuocere impiegati in cucina sono ormai veramente tantissimi. Ne esiste uno abbastanza ricorrente e che non perde mai la sua efficienza: si tratta della pentola a pressione. Anche chi utilizza raramente questo vantaggioso strumento di cottura dovrebbe seguire questi preziosi consigli per una sua pulizia efficace. Cattivi odori e sporco ostinato rappresentano davvero un grande problema. Ma questa guida a una corretta manutenzione e pulizia della pentola a pressione ha l’obiettivo di rimediare.

Come pulire la pentola a pressione

È inutile ribadire che bisogna pulire la pentola a pressione dopo ogni utilizzo. Ma specialmente chi la utilizza poco dovrebbe prestare attenzione alla pulizia di particolari sezioni in cui lo sporco resta intrappolato. Le conseguenze sono altrimenti malfunzionamenti e cattivi odori. Per una pulizia accurata e in grado di eliminare gli odori consigliamo di puntare sull’aceto bianco.

Basterà diluirlo nella stessa quantità d’acqua e strofinarlo sulla pentola con una spugna non abrasiva. Lasciare quindi agire per circa mezz’ora e poi risciacquare con normale acqua saponata. Sarà fondamentale asciugare la pentola subito dopo il lavaggio in modo da evitare antiestetiche macchioline di calcare.

La pulizia della valvola

Anche chi utilizza raramente questo vantaggioso strumento di cottura dovrebbe seguire questi preziosi consigli per una sua pulizia efficace. Non bisogna infatti tralasciare l’importanza della valvola e di una sua corretta igienizzazione.

Suggeriamo di smontare la valvola di esercizio o di provvedere con uno spazzolino per eliminare anche lo sporco più ostinato e nascosto. Bisognerà cioè verificare che residui di cibo non ostacolino il passaggio corretto dell’aria.

Per la manutenzione delle guarnizioni

Suggeriamo di prestare molta attenzione anche alle guarnizioni in materiale plastico. Un piccolo trucco consiste nello strofinare dell’olio vegetale sulle guarnizioni di tanto in tanto. Questo aiuta a mantenere il materiale morbido ed evitare lesioni della plastica. Tale azione è importante in particolar modo per chi non utilizza quasi mai lo strumento.

Suggeriamo di non lavare in lavastoviglie alcuna sezione della pentola a pressione a meno che non lo preveda specificatamente l’etichetta d’acquisto. Per incrostazioni difficili e odori persistenti consigliamo di usare anche il bicarbonato di sodio. Oppure basterà aggiungere qualche goccia di olio essenziale di limone all’aceto o all’acqua saponata. Il suo potere sgrassante è davvero fenomenale.

Approfondimenti

E per sapere come si usa una pentola a pressione nel modo corretto ecco un’altra pratica guida.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te