Altro che deumidificatore, ecco le piante da interno per assorbire l’umidità durante l’inverno

Durante l’inverno nelle nostre case si accumula molta più umidità rispetto alle altre stagioni. Un ambiente troppo umido favorisce la proliferazione dei batteri e la formazione delle muffe. Ecco perché capita spesso che in questo periodo cominciano ad apparire quelle malsane macchie scure negli angoli dei muri. È normale dal momento che con il freddo esterno facciamo arieggiare la casa più raramente. Per correre ai ripari molti scelgono di acquistare degli elettrodomestici appositi per deumidificare l’aria. Però, esistono delle alternative molto più green. Altro che deumidificatore, ecco le piante da interno per assorbire l’umidità durante l’inverno.

Le piante possono assorbire l’umidità?

Con questo articolo non intendiamo suggerire che mettere qualche piantina in più in casa possa eliminare completamente il problema dell’umidità. Dobbiamo comunque cercare di arieggiare la casa il più possibile aprendo le finestre, anche per permettere il ricambio di ossigeno. Non solo, ma dobbiamo anche evitare azioni che ne favoriscono la formazione, come stendere in casa. In questo però possono venirci in aiuto alcune piante da interno che assorbono l’acqua nell’aria, altrimenti detta umidità. Riescono a farlo non solo tramite le foglie, ma anche con il terreno essenziale per vivere.

Alcune specie assorbono più umidità di altre e sono quindi particolarmente indicate per luoghi chiusi come bagni e cantine.

Altro che deumidificatore, ecco le piante da interno per assorbire l’umidità durante l’inverno

Le orchidee non sono dei semplici fiori decorativi dalle forme stravaganti, nonostante sia questo il motivo che le rende tanto popolari. Queste riescono infatti anche ad assorbire molta umidità e dovremmo quindi posizionarle dove si può creare maggiore condensa.

Anche l’aloe vera non è conosciuta principalmente per essere una pianta assorbi umidità, eppure lo è davvero. Otterremo il risultato migliore mettendo la pianta esposta alla luce.

La terza pianta amante dell’umidità è l’asparagina. Si sviluppa volentieri in luoghi soleggiati e quindi non è adatta agli ambienti più bui.

Ci sono poi le felci, estremamente decorative nonostante richiedono poco sforzo da parte nostra. Le sue grandi foglie sono in grado di assorbire considerevoli quantità d’acqua dall’atmosfera. Sono anche perfette per la casa, dal momento che si adattano facilmente alle temperature interne.

Concludiamo con il bambù, che nelle zone umide del Mondo cresce formando grandi foreste. Nel nostro caso però possiamo accontentarci di una piantina nana. Tra l’altro, la sua forma particolare ed elegante attirerà sicuramente gli sguardi come se fosse un vero proprio pezzo d’arredo. In questo caso possiamo posizionare il bambù anche in zone poco illuminate.

Per il balcone invece, ecco le 3 piante che stanno spopolando a ottobre per i loro meravigliosi colori.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te