Alcuni centesimi di euro hanno un valore incredibile: ecco come capire se si è diventati ricchi

Su ProiezionidiBorsa la Redazione si è occupata spesso della numismatica come fonte di guadagno. Spesso sono venute fuori, nelle analisi del mercato collezionistico, alcune curiosità inaspettate. Molti Lettori ricorderanno sicuramente la moneta da 200 lire di “Prova”, il cui valore può raggiungere anche diverse decine di migliaia di euro. Ebbene, oggi gli Esperti della Redazione hanno scovato altre rarità interessanti.

I centesimi di euro sono monetine piuttosto fastidiose. Tenerle in tasca pesa. Spesso non si vede l’ora di spenderle, di gettarle in qualche portamonete. O nel salvadanaio di casa.

Per non parlare di quante finiscono nel portaoggetti della propria auto. Ma non tutti sanno che alcuni centesimi di euro hanno un valore incredibile: ecco come capire se si è diventati ricchi.

Una fortuna in tasca

Alcune rarità possono essere trovate in qualche vecchio salvadanaio, oppure nelle giacche del nonno o nella borsa della nonna. Spesso, infatti, quando si cercano delle monete rare che valgano molto per i collezionisti, quelle più antiche sono considerate a ragione le più di valore. Ma non è sempre così.

Bisogna, infatti, stare particolarmente attenti a quello che si tiene in tasca. Un centesimo di bronzo, apparentemente inutile, potrebbe arrivare a valere anche diverse migliaia di euro.

Il trucco da tenere presente è sempre lo stesso: le monete che valgono di più sono quelle in edizione limitata, o quelle con errori di conio. Questo, di solito, basta a far alzare il valore in maniera interessante per un collezionista, parlando di ipotetiche vendite private. Nessun ente infatti “ritira” le monete rare: bisogna sempre rivolgersi a siti o negozi specializzati per esperti.

Centesimi da migliaia di euro

Gli esempi sono tantissimi. Ma ce n’è una che le supera tutte.

Un errore di conio abbastanza conosciuto nell’ambiente e in grado di fruttare molti soldi riguarda la moneta da un centesimo di euro italiana. Come noto, sul retro di questa piccola moneta compare di norma un’immagine di Castel del Monte. Su quella “sbagliata” è raffigurata invece la Mole Antonelliana di Torino. Che, invece, compare normalmente sulla moneta da due centesimi. L’errore fu presto scoperto, ma vennero stampati comunque diversi esemplari. Questa svista ne ha fatto volare il valore a circa 2mila euro.

C’è un’altra moneta da un centesimo che può arrivare a valere oltre 500 euro. Quella impressa solo sul retro senza anno di conio. Anche in questo caso si è trattato di un errore.

Questi sono solo alcuni centesimi di euro hanno un valore incredibile: ecco come capire se si è diventati ricchi.

Consigliati per te