Addio all’odore di fritto sui vestiti grazie ai rimedi della nonna

Si sa che fritto è buono tutto. Tranne l’odore che rimane sui vestiti dopo aver cucinato. Esiste un modo per liberarsi di questo problema? Certamente sì! Ecco come dire addio all’odore di fritto sui vestiti grazie ai rimedi della nonna.

Come prevenire il problema dell’odore di fritto sui vestiti

Prima ancora di capire come eliminare l’odore di fritto dai vestiti, bisogna sapere come prevenire il problema. Può sembrare ovvio ma è bene ricordarlo: è importante accendere la cappa prima di iniziare a cucinare. E, soprattutto, ricordarsi di cambiare i filtri quando necessario. Anche arieggiare l’ambiente è utile.

Inoltre, indossare un grembiule da cucina non previene solo le macchie. Serve anche a proteggere i propri capi dagli odori sgradevoli. In alternativa si può utilizzare un vecchio camice o un abito ampio e fresco da indossare sopra i vestiti. In questo modo la protezione sarà ancora più efficace.

Rinfrescare i vestiti senza lavarli

È un peccato dover rimettere in lavatrice i vestiti freschi di bucato. Se l’odore di fritto non è troppo persistente, si può provare a eliminarlo senza lavaggio. Un consiglio ovvio è appendere i vestiti all’aria aperta. Ma stenderli in bagno è più efficace. Soprattutto se si appende alla doccia un ramo di eucalipto o di un’altra pianta in grado di profumare l’ambiente. Questo trucchetto ha, peraltro, dei benefici per la salute, come spiegato qui.

Un altro rimedio consiste nel mettere i vestiti nell’asciugatrice. Meglio ancora se assieme a dei sacchettini di cotone contenenti fiori di lavanda. Questi ultimi sono facilissimi da fare in casa. Infine, si possono anche mettere i vestiti in una busta di plastica, e poi riporli in freezer per qualche ora.

Come eliminare l’odore di fritto persistente dai vestiti

A volte i propri capi sono così impregnati che anche il lavaggio in lavatrice diventa inutile. Per fortuna, è possibile dire addio all’odore di fritto sui vestiti grazie ai rimedi della nonna.

Basterà lasciarli in ammollo in una bacinella d’acqua tiepida assieme a un bicchiere di bicarbonato di sodio. O, in alternativa, a due bicchieri di aceto di mele o aceto bianco.

Esiste, infine, un metodo più aggressivo. Non è adatto per i capi delicati, ma è perfetto per l’odore di fritto persistente. È dunque indicato soprattutto per chi lavora nelle cucine. Si tratta di un mix composto da:

a) un quarto di tazza di sapone per piatti;

b) una tazza di ammoniaca;

c) una tazza di acqua ossigenata.

Si può utilizzare questo cocktail in lavatrice al posto del detersivo. Ecco come dire addio all’odore di fritto sui vestiti grazie ai rimedi della nonna!

Consigliati per te