Ad agosto visitiamo questo parco nazionale tra Basilicata e Calabria

Il Sud è una delle mete preferite da italiani e non che vogliono godersi una vacanza rilassante. Il mare con le sue acque cristalline è sicuramente un grosso incentivo quando fa così caldo. Ma spesso e volentieri si opta sempre per i soliti luoghi più conosciuti e turistici. Sicuramente molto suggestivi e da vedere almeno una volta nella vita, ma sempre tanto affollati. Per non parlare dei prezzi che spesso e volentieri sono molto alti, visto l’afflusso di persone.

Sempre più turisti, quindi, si stanno concentrando su luoghi meno conosciuti anche per risparmiare un po’. La montagna è forse tra le destinazioni che più stanno attirando gente da tutto il Mondo. Un po’ per i prezzi, spesso più accessibili, ma anche per la frescura che il clima di montagna offre. Sulla scia dei viaggi verso destinazioni naturali, non dobbiamo perderci assolutamente questo parco nazionale.

Ad agosto visitiamo questo parco nazionale tra Basilicata e Calabria

Ci troviamo a cavallo di due regioni del Sud sempre più amate dai turisti, è vero. Ma non tutti conoscono questo splendido parco che è una riserva naturale incredibile. Stiamo parlando del Parco Nazionale del Pollino, l’area protetta più estesa d’Italia. Ben 192.565 ettari di terreno che si divide in sei valli tra entrambi i versanti. Dal lato lucano abbiamo la Valle del Mercure, la Valle del Frido, la Valle del Sarmento e la Valle del Sinni. Dal lato calabrese c’è la Valle del Coscile e la Valle del Raganello, quest’ultima incredibile per fare rafting.

Il Parco del Pollino non è solo un luogo straordinario per gli amanti del trekking e dell’escursionismo. Chi ama la natura non può non ammirare lo splendido Pino Loricato, testimone della storia di tutto il parco. Dal tronco con una forma particolarissima, da ammirare è sicuramente Italus, l’albero più antico d’Europa, con i suoi 1.230 anni. Ma in generale, la flora e la fauna di questo luogo sono una meraviglia per gli amanti della natura.

Borghi e bellezze naturali una più bella dell’altra

Il parco si estende su ben 56 comuni, suddivisi in entrambe le regioni. Impossibile non trovare neanche un luogo adatto alla nostra idea di vacanza. Da vedere assolutamente la Grotta del Romito o il Castello di Valsinni, ma anche i borghi di Papasidero, Castelluccio Inferiore e Superiore o Viggianello. Nel comune di Cerchiare si può ammirare la splendida Grotta delle Ninfe. Visitiamo anche il borgo vecchio abbandonato di Laino Castello. Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta.

Quindi, ad agosto visitiamo questo parco nazionale splendido e non lasciamoci sfuggire questa occasione. L’Italia non smette mai di stupirci con le sue meraviglie, naturali e architettoniche. Invece di partire alla scoperta di luoghi lontani, questa estate organizziamo un tour nazionale. Anche le regioni più piccole come la Basilicata hanno molto da offrire, basta solo dar loro una possibilità.

Lettura consigliata

5 posti da vedere assolutamente in Basilicata che non tutti conoscono per una vacanza all’insegna del risparmio e ricca di sorprese

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te