A quanto ammonta la pensione delle casalinghe?

Le casalinghe che hanno aderito al fondo pensione hanno diritto alla percezione del trattamento previdenziale ma a quanto ammonta l’assegno spettante? L’assegno previdenziale dell’Inps raggiunge anche la casalinga sposata e, in tal caso, l’importo subisce variazione o dipende unicamente dai contributi versati? Per ottenere la pensione è necessario iscriversi al Fondo pensione casalinghe Inps? Solo le donne hanno accesso al beneficio della pensione casalinghe?

Tutti interrogativi questi che meritano risposte puntuali e dettagliate perché di fatto benché si parli molto di pensioni, solo in pochi conoscono i propri diritti. Non a tutti è forse noto che l’iscrizione al Fondo pensione casalinghe non rappresenta una prerogativa esclusiva del genere femminile. Anche gli uomini che hanno preferito dedicarsi alla cura della casa e dei familiari piuttosto che svolgere attività lavorative con retribuzione possono iscriversi al Fondo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Aderendo al Fondo pensione casalinghe Inps si è tenuti al versamento di contributi pertanto occorre capire quando conviene iscriversi. A tal fine torna utile sapere a quanto ammonta la pensione delle casalinghe e se l’importo varia in proporzione all’entità dei contributi versati. Ciò perché quando si effettua l’iscrizione al Fondo vige l’obbligo di versare contributi, ma l’ammontare dell’importo è a discrezione del contribuente.

A quanto ammonta la pensione delle casalinghe?

Sebbene spetti al singolo individuo decidere l’importo dei contributi da versare si raccomanda di non scendere al di sotto del 25,85 euro su base mensile. Ciò perché con il versamento di tale somma di denaro ci si assicura l’accredito di un mese di contributi.

L’assegno pensionistico aumenta in proporzione alla somma che il contribuente ha versato annualmente sulla scorta del calcolo contributivo. A ciò bisogna sommare l’oscillazione del Pil che, come a tutti noto, subisce variazioni in riferimento a diverse variabili del sistema economico.

Come si procede dunque al calcolo della pensione per le casalinghe? Le due variabili da prendere in esame sono il montante contributivo e il coefficiente di trasformazione. Il primo indica l’ammontare complessivo dei contributi versati, il secondo la percentuale da computare sul montante. A titolo di esempio, si consideri che versando mensilmente 25,82 euro per 40 anni, la pensione su base annuale sarebbe pari a 1.086,20 euro.

Consigliati per te