A pochi chilometri da Torino c’è un lago cristallino in cui passare un weekend rilassante e indimenticabile

In Italia abbiamo la fortuna di avere dei laghi in tutte le regioni. Molti, specialmente quelli del Lazio, sono di origine vulcanica, mentre altri sono di origine naturale, come spesso vediamo nell’arco alpino.

Tuttavia, ce ne sono alcuni che sono la conseguenza del lavoro dell’uomo nella natura. Conseguenza soprattutto della creazione di dighe. Questi laghi benché artificiali hanno un fascino davvero incantevole. Ad esempio, a pochi chilometri da Torino c’è un lago cristallino in cui passare una domenica di totale relax.

Ceresole Reale

Con la più famosa Venaria, Cerasole Reale è l’unico comune italiano che mantiene l’aggettivo del Re. Ci troviamo nell’alta Valle Orco, valle meravigliosa che si insinua tra il massiccio del Gran Paradiso e le Levanne. Tutti i suoi borghi si trovano a un’altezza sul livello del mare superiore ai 1.500 metri e in queste zone ci si sente perfettamente in alta montagna. Il borgo di Ceresole è un ridente paesino che si affaccia sull’omonimo lago. Lungo più di tre chilometri è la conseguenza dello sbarramento del fiume Orco che alimenta la centrale idroelettrica di Rosone.

La scelta di costruire uno sbarramento a Ceresole Reale affonda le sue radici nell’Italia degli anni venti, in cui l’industrializzazione richiedeva un crescente ammontare di energia disponibile. In particolare, nel 1925 cominciò la creazione del bacino che sommerse alcune abitazioni che ancora si trovavano nella parte di valle che oggi è ricoperta dall’acqua. A dimostrazione dell’importanza dell’evento, all’inaugurazione partecipò persino il principe Umberto di Savoia, futuro Re di maggio Umberto II.

A pochi chilometri da Torino c’è un lago cristallino in cui passare un weekend rilassante e indimenticabile

Quando si arriva a Ceresole Reale ci si può rilassare nelle campagne circostanti magari con un bel picnic vista lago. La natura qui è a toccata di mano, potremmo vivere una giornata all’aria aperta.

Tuttavia, per chi volesse, segnaliamo il Vallo Alpino dell’alta Valle Orco, ecomuseo che racconta le difese militari italiane sulle Alpi. Inoltre, è possibile visitare il museo Homo et Ibex nel Grand Hotel del borgo e il museo del Colle della Losa, che si trova nella località Serrù. Per finire, si consiglia di assaggiare i piatti tipici e di bere del buon vino piemontese.

Approfondimento

Splendido ed economico borgo incantato italiano per vacanze per tutta la famiglia

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te