6 idee geniali per riciclare i vecchi tappeti e dove buttare quelli più rovinati

tappeti

La casa è il nostro rifugio sicuro ed accogliente che permette di rilassarci. Ogni stanza viene arredata con stile, seguendo i propri gusti personali.

Oltre all’illuminazione, i mobili e al colore delle pareti, anche i complementi d’arredo ci permettono di decorare perfettamente ogni abitazione.

Pensiamo alle tende che hanno il compito di schermare le finestre, filtrano la luce ed evitano che i vicini sbircino nella nostra casa. Ma sono perfette anche per dare colore e aggiungere sono un tocco di stile alla stanza.

Anche i tappeti di casa oltre ad avere una funzione pratica, sono molto decorativi. Proteggono il pavimento dai liquidi (acqua, olio, ecc.), dalle macchie e dalla sporcizia. Hanno il compito di attutire gli urti ed evitare che la pavimentazione si graffi. Ma il tappeto è anche un elemento che aiuta ad abbellire la stanza.

Piccolo, grande, colorato, morbido. Possiamo posizionarlo in qualunque parte della casa. Si tratta di un complemento molto decorativo che non passa di certo inosservato.

Indice dei contenuti

6 idee geniali per riciclare i vecchi tappeti e riutilizzarli per casa, giardino e auto

Con il tempo e l’uso quotidiano, anche i nostri tappeti si usurano, si macchiano e si rovinano. Ma invece di buttarli via, grazie al riciclo creativo, possiamo dare loro una seconda vita. In questo modo, eviteremo gli sprechi, produrremo meno rifiuti e risparmieremo anche dei soldi.

Se abbiamo deciso di sostituire il tappeto, nelle prossime righe vedremo come riutilizzare quello vecchio in modo utile e creativo.

Prima di riciclarlo, però, assicuriamoci che sia perfettamente pulito.

Per evitare di sporcare il pavimento del giardino o del balcone, il tappeto in tessuto o in plastica potrebbe essere usato per poggiare i vasi delle piante. In questo modo eviteremo che l’acqua e il terriccio cadano sulle piastrelle. Possiamo utilizzare il tappeto così com’è, oppure ritagliare delle forme tonde più grandi del sottovaso.

Per evitare di graffiare il pavimento, potremmo anche ricavare dei feltrini da applicare sotto le sedie o anche sotto le gambe del tavolo. Attacchiamoli con della colla oppure con il nastro biadesivo. In questo modo non si sposteranno.

Altri consigli

Questi piccoli pezzi di stoffa, potranno aiutarci anche a profumare i cassetti e gli armadi. Basterà bagnarli con qualche goccia di olio essenziale (la profumazione che più ci piace) e posizionarli tra i vestiti.

Ma il vecchio tappeto potrebbe essere utilissimo anche per proteggere i sedili della nostra automobile o il bagagliaio. Se dovessimo cambiare una gomma, poi, sarebbe necessario per evitare il contatto diretto con l’asfalto e sporcarsi i vestiti.

Inoltre, il tappetino in plastica della doccia potrebbe essere posizionato nel sottolavello o in un mobile della lavanderia. Nella parte dove poggiamo i detersivi per la pulizia della casa. In questo modo eviteremo di sporcare il pensile.

Queste, appena descritte, sono 6 idee geniali per riciclare i vecchi tappeti.

Il rimedio della nonna per pulire i tappeti

Per far durare più a lungo i nostri tappeti, dobbiamo necessariamente prenderci cura di loro e tenerli sempre puliti e igienizzati. Se non vogliamo lavarli in lavatrice, allora utilizziamo un rimedio della nonna molto utile.

Per una pulizia periodica mescoliamo acqua, aceto e bicarbonato. Spruzziamo il composto su tutta la superficie del tappeto e spazzoliamo delicatamente. Ora non ci resta che lasciare asciugare. Se invece il tappeto presenta delle macchie di olio, possiamo versare del bicarbonato sull’alone. Lasciamo agire e spazzoliamo per eliminare l’eccesso di prodotto.

Dove buttare i tappeti

Se il nostro tappeto è in pessime condizioni e non più riutilizzabile, allora dobbiamo necessariamente buttarlo via.

Ma dove? I tappeti di grandi dimensioni, dovrebbero essere portati al centro di raccolta più vicino oppure essere trattati come rifiuti ingombranti. Naturalmente informiamoci delle norme che vigono del Comune di residenza.

I tappeti di piccole dimensioni (che si usano in cucina e in bagno), invece, possono essere smaltiti nell’indifferenziato.

Consigliati per te