5 splendidi motivi per riscoprire le nespole giapponesi e non liberarsene più

Le nespole sono dei deliziosi frutti di piccole dimensioni e di cui si conoscono due principali categorie: la nespola comune e quella giapponese. Quest’ultima è la qualità più comune nei supermercati perché fa frutti più grandi e succosi.

L’albero fiorisce in autunno, mentre il piccolo frutto matura tra aprile e giugno ed è un delizioso concentrato di proprietà benefiche per l’organismo. Nei prossimi paragrafi, vedremo perché questo frutto di stagione dovrebbe assolutamente entrare a far parte della nostra alimentazione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

5 splendidi motivi per riscoprire le nespole giapponesi e non liberarsene più

Di motivi ce ne sarebbero molti più di 5, ma i principali sono senza dubbio i seguenti.

Per primo, le nespole sono ricche di pectina, una fibra che agisce da lassativo favorendo una buona digestione e proteggendo dal cancro al colon. Infatti, grazie alle proprietà lassative, permettono di eliminare le tossine giunte all’apparato digerente in fretta, evitando eventuali accumuli.

Poi, vengono spesso usate con fini decorativi: che sia nell’orto o nel giardino, da secoli si usano in questo modo. Si tratta infatti di una magnifica pianta sempreverde alta 4-8 metri e con fiori, piccoli e bianchi, dallo splendido e dolce profumo.

Inoltre, la fioritura tardiva fa sì che queste piante siano usate dalle api per produrre il miele. Si tratta di un miele dolce e con un retrogusto amarognolo, limpido o a volte tendente a sfumature ambrate assolutamente da provare.

Infine, anche le foglie si possono usare, in particolare per fare estratti espettoranti come rimedio fitoterapico per la tosse.

Gli estratti di foglie si usano anche per prevenite il cancro. Infatti, gli estratti hanno la capacità di limitare la proliferazione cellulare nei tumori, ed in particolare nel cancro al seno ed alla pelle.

Attenzione ai noccioli

Anche questo magico frutto ha però un difetto: i noccioli contengono l’amigdalina, che libera l’acido cianidrico, letale se assunto in elevate quantità. Eppure, dai noccioli si può ottenere un liquore che nel sapore ricorda vagamente le mandorle e l’amaretto.

Per cui occorre far attenzione a non mangiare i noccioli, ma conviene tenerli da parte per provare, perché no, a fare questo liquore. In questo modo, stupirete gli amici con qualcosa di unico e delizioso, ottimo da consumare come digestivo dopo una bella cena.

In questo articolo visto, quali sono i 5 splendidi motivi per riscoprire le nespole giapponesi e non liberarsene più.

Consigliati per te