2 efficaci rimedi naturali e 1 consiglio che salveranno le nostre piante da un dannosissimo insetto

Chi possiede un orto o un giardino sa bene quanto lavoro richiedono le piante. Nonostante ciò, lo facciamo perché ci regalano tranquillità e grande soddisfazione.

Sfortunatamente dobbiamo combattere costantemente contro insetti e parassiti che minacciano le nostre piante. In un precedente articolo abbiamo spiegato che pochi lo sanno ma questo semplice rimedio naturale è davvero molto efficace contro la cocciniglia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Oggi invece ci concentriamo su un altro problema che può affliggere le piante. Per questo motivo oggi sveliamo 2 efficaci rimedi naturali e 1 consiglio che salveranno le nostre piante da un dannosissimo insetto.

Cos’è e perché dobbiamo eliminarlo

L’oziorrinco è un insetto parassita che appartiene alla famiglia dei coleotteri. Questo insetto colpisce in particolare le piante erbacee, arbustive, le piante da orto, da frutto e le piante da bosco.

L’oziorrinco attacca specialmente di notte entrando nell’apparato radicale della pianta e divorando le foglie. Qui scava delle gallerie danneggiando irrimediabilmente le piante e infine mangia e distrugge le radici.

Possiamo accorgerci dell’attacco dell’oziorrinco se vediamo che le nostre piante crescono a fatica, oppure se appassiscono all’improvviso.

2 efficaci rimedi naturali e 1 consiglio che salveranno le nostre piante da un dannosissimo insetto

La prima cosa che possiamo fare è favorire la presenza di animali come i nematodi. I nematodi sono vermi considerati parassiti naturali dell’oziorrinco.

Questo verme entra nel terreno alla ricerca delle larve di oziorrinco. Dopo averle individuate, i nematodi rilasciano dei batteri letali per il parassita. In questo modo, l’oziorrinco muore dopo sole 72 ore.

Altri animali capaci di contrastare l’azione dell’oziorrinco sono i ricci e i toporagni che sono soliti predarlo.

Insetticidi naturali

Se l’idea che gli animali precedentemente citati girino liberamente nelle nostre terre non ci piace, possiamo ricorrere ad altri rimedi.

Sono incredibilmente efficaci alcuni decotti o macerati. Entrambi sono fungicidi ed antiparassitari molto efficienti. Il decotto si prepara facendo bollire delle erbe in acqua.

Il macerato invece è una preparazione che richiede più tempo. Questo si ottiene mettendo in diversi litri d’acqua l’ingrediente che vogliamo utilizzare e lasciarlo macerare per qualche giorno in un contenitore.

Nello specifico, la Redazione consiglia il decotto di ortica, oppure il macerato a base di aglio, cipolla o tabacco.

Consigli

Prima di procedere con uno di questi 2 rimedi naturali, consigliamo di agire quando è buio scuotendo le piante colpite. In questo modo gli insetti cadranno dalle foglie finendo a terra.

Inoltre, forse non tutti sanno che l’oziorrinco fatica ad arrampicarsi sulle piante. Quindi mettendo sulla sua via un ostacolo le impediremo di raggiungere le foglie.

Per farlo useremo i filtri di ricambio della cappa da cucina. Ne tagliamo una striscia alta circa 30 centimetri e la avvolgiamo attorno al tronco. La fissiamo usando dei fili di ferro ed il gioco è fatto perché questo filtro impedirà all’oziorrinco di salire sulla pianta.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te