Vediamo cosa accadrà al reddito di cittadinanza e se sarà cancellato o ridotto

Già alcuni mesi fa è stata messa in campo la polemica sugli eccessivi costi del reddito di cittadinanza. Pertanto, di fronte alla enorme crisi economica dovuta alla pandemia, taluni schieramenti politici ne hanno proposto l’eliminazione. Oggi, è nuovamente, entrato in gioco l’argomento sui 2,5 milioni di euro, spesi per questa misura assistenziale. Vediamo, pertanto, cosa accadrà al reddito di cittadinanza e se sarà cancellato o ridotto. In base a quanto trapelato da alcune fonti, la misura, a breve, dovrà essere oggetto di modifiche.

Intervento dell’OCSE sul RdC

Un importante intervento in merito, nelle ultime ore, proviene dall’OCSE, che è l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Essa, a differenza delle altre forze politiche, ha espresso il suo parere imparziale su ciò che sarebbe più giusto fare. Rimane comunque una forte apprensione tra i beneficiari del reddito, che temono per la sua riduzione o addirittura cancellazione. Per quest’ultima soluzione, propendono partiti quali: Fratelli di Italia, Italia Viva e la Lega. In quest’ultima fazione, si sono distinti: gli apertamente dissenzienti e coloro che ne auspicano soltanto la modifica.

A parte ciò, neppure l’OCSE è stata tanto benevola sul tema, rimarcando i punti deboli del RdC. In particolare, si è lamentata della sua incapacità a trasformarsi da strumento di sostegno economico a strumento di ricollocazione lavorativa. Per questa ragione, ha suggerito un taglio del suo importo, in modo da incoraggiare i beneficiari a cercare lavoro.

Vediamo cosa accadrà al reddito di cittadinanza e se sarà cancellato o ridotto

Di certo, il fatto che ben tre partiti si siano schierati contro la misura, mina la stabilità della maggioranza. Tuttavia, il Presidente del Consiglio non è molto incline a cedere ai ricatti, come dimostrano con la questione Green Pass. Quindi, sembra che la sorte del reddito di cittadinanza sia quella del compromesso. Di conseguenza, andranno introdotti certamente dei correttivi per migliorarlo, come già si sta cercando di fare. Tuttavia, non sembra rientri tra i progetti del Governo la sua cancellazione.

Della riduzione neppure si parla, salvo a rivedere i criteri di calcolo, in modo da favorire le famiglie più numerose. In ogni caso, i cosiddetti “furbetti” dovranno iniziare a preoccuparsi seriamente. Infatti, il Governo inizierà a potenziare i controlli e a stringere le maglie di accesso alla misura. Il tutto, appunto per garantirsi che coloro che lo percepiscono, ne abbiano realmente diritto. Inoltre, si intende anche fare in modo che i medesimi beneficiari inizino davvero a lavorare. Ciò, per tagliare definitivamente le gambe ad ogni forma di abuso!

Approfondimento

Quali moto e auto non può acquistare chi usufruisce del reddito di cittadinanza?

Consigliati per te