Una pianta bulbosa da piantare nell’orto tra fine agosto e settembre

orto

L’estate non è ancora finita e lo dimostrano soprattutto le temperature che non accennano a diminuire. Quindi, anche se settembre è vicino, probabilmente a livello meteorologico non si registreranno grandi cambiamenti.

Qualche piccola rivoluzione, invece, potrebbe interessare i nostri spazi esterni e quegli angoli green che accudiamo 365 giorni l’anno, seguendo le stagioni.

Per esempio, in balcone o giardino potremmo iniziare a coltivare sempreverdi con fioriture in grado di protrarsi fino all’autunno inoltrato, portando colore e allegria.

Nell’orto, invece, è l’ora di far spazio alle semine di biete, spinaci e verza, in vista dell’inverno. Inoltre, possiamo trapiantare rucola, broccoli e cavolfiori.

Un fazzoletto di terra, però, potremmo adibirlo alla coltivazione di alcune bulbose, dai fiori spettacolari e produttrici di una spezia preziosa.

Indice dei contenuti

Una pianta bulbosa da piantare nell’orto tra fine agosto e settembre

Questa pianta bulbosa originaria della Grecia e prodotta in Italia soprattutto nella zona di Navelli (provincia dell’Aquila, Abruzzo) è lo zafferano. Si tratterebbe di una delle spezie più care al Mondo, tanto da essere definita “oro rosso”.

Per questo motivo averne una piccola coltivazione casalinga potrebbe farci risparmiare quando, per esempio, vogliamo prepararci un irresistibile risotto allo zafferano.

Per produrlo ci occorrerebbero, innanzitutto, i bulbi e il periodo più adatto per coltivarli sarebbe proprio questo: fine agosto-inizio settembre.

Poi, dovremmo prestare attenzione al terriccio e il tipo di suolo più adatto sarebbe quello:

  • ricco di sostanza organica e quindi fertile, morbido e umido;
  • ben drenante;
  • sciolto e quindi poco compatto.

Come piantare i bulbi

Una volta pronto il terreno dovremmo scavare dei solchi profondi circa 15 centimetri. A questo punto potremmo interrare i bulbi con la punta rivolta verso l’alto, disponendoli a una distanza di 6-10 centimetri gli uni dagli altri.

Infine, dovremmo ricoprirli con la terra e lasciarli germogliare.

Come coltivare i bulbi

Durante questo periodo di tempo e quando compariranno i primi boccioli dovremmo cercare di non far mancare mai acqua alle piante. Le precipitazioni potrebbero darci una mano ma in loro assenza dovremmo innaffiare ogni 2 giorni circa.

Le fioriture, invece, sarebbero programmate per il mese di ottobre e durerebbero all’incirca 15 giorni. I fiori andrebbero raccolti durante le prime ore del mattino quando i petali sono ancora chiusi.

Poi, da questi si dovrebbero prelevare gli stimmi e farli essiccare al forno, all’interno di un apposito essiccatore o al Sole. Infine, dopo averli tritati, lo zafferano sarebbe pronto all’uso.

Allora, ecco qual è una pianta bulbosa da piantare nell’orto insieme alle tante verdure invernali, da cui ricavare una spezia prelibata.

Lettura consigliata

Una pianta per avere privacy in balcone eliminando i frangivista

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te