Una bella e grande pianta da fiore da esterno per avere un giardino colorato e profumato

cardiocrinum

Avere uno spazio esterno alla casa permette di coltivare tanti tipi di piante. Possiamo inoltre organizzare in estate un barbecue, giocare con il cane o con i bambini in una zona protetta e magari prendere il sole su una sdraio.

Prati, alberi, erbe aromatiche e un piccolo orto rendono più bello un giardino. Il tocco il più è la presenza delle piante da fiore. In aiuole o bordure ne possiamo mettere di vario tipo, magari in base al clima.

Se volessimo scegliere una bulbosa spettacolare ci sarebbe un specie di giglio, il Cardiocrinum giganteum. Proprio come anticipa il nome, questa pianta perenne in natura può raggiungere quasi 4 metri d’altezza. Dalla Cina e dall’Himalaya si introdusse in Europa sul finire dell’Ottocento. Coltivata in piena terra riesce a raggiungere in media i 2 metri. Lo stelo verde cresce da un bulbo che a sua volta produce dei bulbilli. Questi continueranno poi a formare altre piante.

Una bella e grande pianta da fiore da esterno facile da coltivare

Le foglie del Cardiocrinum sono di un verde medio scuro e disposte in modo sparso sul fusto. Per quanto riguarda invece i fiori, la pianta ne produce molti, anche più di 20 e diffondono un gradevole profumo. La loro forma ricorda una tromba e sono rivolti in basso. Il colore è bianco con a volte sfumature porpora.

I bulbi del Giglio dell’Himalaya vanno messi ad una profondità di circa 30 cm in un terreno ben lavorato. La terra dev’essere soffice, drenante e leggermente acida. Dopo aver sistemato i bulbi con la punta in alto, copriamoli e annaffiamo. Le irrigazioni dovrebbero essere poche e sporadiche per evitare ristagni e marciumi. Quando la pianta raggiunge la sua maturazione, i fiori sbocciano in tarda primavera e per tutta l’estate.

Resisterebbe, quindi, al caldo, ma anche al freddo. Se ci sono gelate, meglio proteggere però i bulbi interrati o le radici con la pacciamatura. Per l’esposizione meglio la mezz’ombra e luoghi poco ventosi.

Altri consigli

Se non si ha un giardino si potrebbe provare a interrare un solo bulbo in un vaso profondo e capiente.
Ci sono altre varietà di questa pianta da fiore appartenente alla famiglia delle Liliaceae, come il Cardiocrinum yunnanense, più basso.
Per quanto riguarda gli accorgimenti da prendere, bisogna evitare irrigazioni eccessive e ristagni d’acqua, soprattutto che teniamo la pianta in balcone con sottovaso.
Il giglio gigante, quindi, è una bella e grande pianta fiore da esterno. Purtroppo potrebbe presentare afidi e attirare altri insetti. Ci consiglieremo con il nostro vivaista di fiducia sul trattamento più opportuno da adottare per salvaguardarla.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te