Tutti sono abituati a berla ma in pochi sanno che questa bevanda rafforza le unghie fragili

Le mani, si sa, sono il nostro bigliettino da visita, il nostro primo contatto con il Mondo esterno. Avere delle mani curate non è solo un modo di prendersi cura del proprio aspetto esteriore e del proprio benessere. Purtroppo, la parte più fragile delle nostre mani è rappresentata dalle unghie, che molto spesso tendono a essere così deboli da arrivare a sfaldarsi o rompersi. Le cause possono essere tante e di natura diversa. Attraversare un periodo stressante, entrare in contatto con sostanze chimiche e/o aggressive o lunghe esposizioni al freddo possono essere alcune delle cause di unghia fragili. In altri casi, come riporta uno studio di Humanitas, possono essere il sintomo di alcune patologie, tra cui anemia, disturbi dell’alimentazione, problemi alla tiroide, etc…

Quando le unghie deboli sono dovute a fattori esterni e di natura transitoria – quindi non connesse a una patologia – è possibile rimediare con soluzioni veloci ed efficaci. Un primo passo, comunque, è quello di indossare dei guanti, soprattutto sul lavoro e durante le faccende domestiche ed evitare l’uso di smalti. Inoltre, in farmacia ed erboristeria, sono reperibili creme e lozioni che fortificano le unghie e, qualora fosse necessario, anche degli integratori a base di biotina.

Tutti sono abituati a berla ma in pochi sanno che questa bevanda rafforza le unghie fragili

In alternativa, esistono dei rimedi facilmente reperibili in casa, che possono contribuire a rendere le nostre unghie più forti e resistenti. Tra questi spicca la birra, una bevanda a base di luppolo molto diffusa, che accompagna pizze e aperitivi. In effetti, proprio la birra contiene una serie di elementi, come potassio, fosforo e la sopracitata biotina, fondamentali per avere unghie sane e resistenti.

L’aceto di mele e l’olio d’oliva potenziano gli effetti

In questo caso, dunque, la birra non dovrà essere bevuta ma usata come base di una miscela in cui dovremo mettere in ammollo le mani. Basterà, infatti, unire a mezzo bicchiere di birra, 5 cucchiai di olio d’oliva (che avremo precedentemente riscaldato) e un quarto di bicchiere di aceto di mele. Immergiamo le punte delle dita per 15 minuti e massaggiamo delicatamente le unghie. Ripetiamo l’operazione un paio di volte alla settimana. Ecco svelato un rimedio facile ed economico per la cura delle nostre mani, a base di birra. Infatti, se tutti sono abituati a berla, in pochi sanno che questa bevanda rafforza le unghie.

L’alternativa a base di olio di ricino

Un’efficace alternativa alla birra è l’olio di ricino. Unito anch’esso all’olio di oliva (le dosi devono essere uguali) e massaggiato sulle unghie, si trasforma in un trattamento rinforzante e ricostituente davvero efficiente.

Ecco perché tutti sono abituati a berla ma in pochi sanno che questa bevanda rafforza le unghie fragili.

Approfondimento

Basta unire questi pochi ingredienti naturali per contrastare la caduta dei capelli autunnale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te