Tutti in allerta per la cocciniglia ma basterebbero questi semplici rimedi per eliminarla subito da orchidee e piante grasse

Prendersi cura delle piantine ci permette di passare del tempo piacevolmente abbellendo l’abitazione. In questo periodo primaverile molti di noi si adoperano per ornare balconi e davanzali con tante splendide varietà vegetali.

Coltivare il nostro spazio verde significa anche difendere i fiori dall’attacco di malattie e parassiti. Tra i nemici più frequenti e letali c’è sicuramente la cocciniglia. Questa famiglia di insetti fitofagi prende di mira specie come orchidee e piante grasse. In altre situazioni si avventa sulla pianta del limone, che potrebbe anche ammalarsi a causa dell’oidio.

Per difendere le nostre piantine e vederle crescere in salute i vivaisti ci propongono alcuni rimedi affidabili. Eccone qui qualcuno, che potremmo adottare immediatamente e con estrema facilità.

I rischi per le piante

Se sono tutti in allerta per la cocciniglia, un motivo ci sarà. Il primo fattore di pericolosità riguarda le dimensioni: si tratta di creature piccolissime, difficilmente individuabili a prima vista. Si distinguono per il corpo biancastro simile a un batuffolo di cotone. Appaiono con maggior frequenza durante i periodi secchi e caldi, propagandosi su foglie, radici e rizomi. La loro azione porta normalmente alla formazione di una sostanza viscosa, detta melata.

La cocciniglia si ciba della linfa vitale delle piante, causando danni enormi in un breve lasso di tempo. Si espande molto velocemente, anche grazie al contagio reciproco tra vegetali. Le piante colpite potrebbero smettere di crescere e andare gradualmente incontro alla morte.

Tutti in allerta per la cocciniglia ma basterebbero questi semplici rimedi per eliminarla subito da orchidee e piante grasse

Una delle certezze sulla cocciniglia è che non è per nulla facile da debellare. In ogni caso, qualche semplice rimedio potrebbe fornirci una grossa mano. Prima di tutto dovremmo isolare la pianta colpita, per evitare che anche le altre si contagino, ed eliminare gli insetti.

Fatto questo, potremmo servirci dell’alcol denaturato o isopropilico. Immergiamovi un bastoncino di cotone e distribuiamo il prodotto sulle zone colpite. Assicuriamoci di disfarci anche delle eventuali macchioline gialle rimaste in superficie.

Acqua e sapone

Diluiamo una dose di sapone liquido in una tazza di acqua e mezza di alcol denaturato. Mettiamo tutto in uno spruzzino e applichiamo la soluzione sulla pianta. Ripetiamo il procedimento ogni 3 giorni finché non vedremo i risultati. Se necessario, procediamo anche al rinvaso.

Olio bianco e di neem

Un ulteriore metodo naturale consiste nell’affidarsi all’olio di neem. Basterà diluirne un po’ in acqua e spruzzare il mix su foglie e radici. Invece, come ultima opzione potremmo servirci dell’olio bianco. Non è un rimedio biologico, ma può comunque combattere efficacemente la cocciniglia. Evitiamolo, però, durante i mesi estivi, poiché potrebbe soffocare la pianta.

Lettura consigliata

Molti usano rame e zolfo ignorando questo fungicida naturale efficacissimo che tiene i pomodori in salute senza rischi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te