Soltanto 60 quesiti per questi 275 posti di lavoro a tempo indeterminato nel pubblico impiego anche con diploma

Pioggia di concorsi nel pubblico impiego in questo scampolo di 2021, come nel caso delle selezioni ministeriali già esposte in precedenza. In questa sede, invece, illustriamo un bando apparso sulla Gazzetta Ufficiale n. 103 del 28 dicembre. Anticipiamo sin da subito che sono previsti soltanto 60 quesiti per questi 275 posti di lavoro a tempo indeterminato nel pubblico impiego anche con diploma.

I 275 posti di lavoro a tempo indeterminato presso ANSFISA

Il bando riguarda la ricerca di personale presso l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture Stradali e Autostradali (ANSFISA). La selezione è per titoli ed esami e si ricerca personale non dirigenziale sia per la sede e le articolazioni centrali che periferiche. Nel dettaglio, i posti messi a concorso sono i seguenti:

  • n. 25 “Professionisti Geometri”, codice A;
  • n. 131 “Funzionari Tecnici”, codice B;
  • n. 5 “Funzionari Geologi”, codice C;
  • n. 2 “Funzionari Statistici”, codice D;
  • n. 2 “Funzionari Tecnici esperti in fattori umani”, codice E;
  • n. 10 “Funzionari Informatici”, codice F;
  • n. 70 “Collaboratori Tecnici”, codice G;
  • n. 10 “Collaboratori Informatici”, codice H;
  • n. 10 “Funzionari Amministrativi”, codice I;
  • n. 10 “Collaboratori Tecnici”, codice J.

Il 30% dei posti di ogni concorso è riservato ai militari che rispettino i requisiti di cui al comma 2 dell’art. 1 del bando.  Infine, l’Agenzia si riserva la facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori dei concorsi.

Requisiti e termini di inoltro delle domande

L’art. 2 elenca i requisiti generali e specifici di partecipazione alla selezione.

Tra i primi troviamo la cittadinanza, l’idoneità fisica all’impiego, il godimento dei diritti civili e politici, il non essere stati esclusi dall’elettorato attivo. Inoltre occorre non avere problemi pregressi con la Giustizia e non risultare decaduti o licenziati dal pubblico impiego o interdetto dai pubblici uffici. Infine è richiesto l’assolvimento degli obblighi di leva laddove previsti e il non essere incompatibile con lo status di dipendente pubblico.

Molto più articolato, invece, il requisito riguardante il titolo di studio, cui è dedicato l’intero secondo comma dell’art. 2 del bando. Nella maggioranza dei casi si richiede la laurea magistrale in una delle classi di studio afferenti al profilo messo a concorso.  Qualche codice concorso, invece, richiede il diploma quale requisito minimo di partecipazione.

Ogni candidato deve possedere un indirizzo PEC a lui intestato e versare una quota di partecipazione di 10 euro per ogni selezione cui intende concorrere. Quanto ai termini di inoltro delle istanze, essi sono fissati al 27 gennaio del nuovo anno.

Soltanto 60 quesiti per questi 275 posti di lavoro a tempo indeterminato nel pubblico impiego anche con diploma

La procedura concorsuale prevede una prova scritta (solo in via informatica, in una sola o più sedi a seconda del numero dei candidati) e la valutazione dei titoli.

La prova scritta prevede la risoluzione di 60 quesiti tesi a verificare le conoscenze rilevanti riguardanti le materie stabilite per ogni codice concorso. Sono previsti anche test riguardanti la conoscenza della lingua inglese e le competenze  informatiche.

Il punteggio massimo è di 30 punti (0,50 punti alla risposta esatta, 0 punti a quella non risposta e –0,10 a quella errata) e ne servono 21 per superare la prova. Infine nell’art. 7 sono elencati i titoli ammessi dal bando e quanti sono i punti vengono attribuiti a ciascuno di essi.

Approfondimento

3 lavori senza laurea pagati anche fino a 5.000 euro al mese.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te