Si vive da re con 600 euro al mese in questo paese tropicale dalle spiagge borotalco e dal mare luccicante 

I paesi occidentali sono sempre più stretti dal costo della vita. Allora molte persone pensano di andare a vivere altrove. Soprattutto i pensionati, se in Italia la pensione dovesse diventare insufficiente. Questo Paese magnifico e ricco di natura attira molti turisti ogni anno. Ma è anche la meta di chi cerca un’alternativa per vivere in un altro Paese.

Non sono poche le persone che si sono trasferite a vivere nel Madagascar. Certo non è proprio vicino all’Italia, ma molti stranieri vi abitano, in maggioranza francesi. Si tratta di una ex colonia francese e autonoma dal 1960. La capitale è Antananarivo, ma tutti la chiamano Tanà.

È considerato uno dei paesi più belli al Mondo come natura. Spiagge infinite e bianchissime con un mare mai freddo. Nell’isola è presente una grande biodiversità. È possibile incontrare dei baobab, l’albero gigante. Solo in questo Paese ve ne sono ben 6 specie, di fronte alle otto presenti in tutto il Mondo. Nella zona di Morondava vi è l’unica foresta al Mondo di Baobab, dei giganti dal grande fusto.

Un’altra caratteristica unica della “Isola rossa”, così è chiamato il Madagascar, sono i lemuri. Assomigliano a delle piccole scimmie. In effetti sono delle proscimmie, animali più antichi delle scimmie. I lemuri si trovano solo in Madagascar, caratterizzati dagli occhi grandi.

Si vive da re con 600 euro al mese in questo paese tropicale dalle spiagge borotalco e dal mare luccicante

Ci vogliono 10 euro al giorno per vivere degnamente in Madagascar. Si vive da re con 600 euro al mese e le case in affitto non costano molto. La moneta locale è l’Ariary che fluttua intorno ai 4.300 Ariary per un euro. Attualmente un chilo di riso costa circa 3.000 Ariary.

La vita in Madagascar è semplice e i cibi e i prodotti della terra sono ricchi di sapore. La terra è ancora vergine e mantiene tante sostanze nutritive. I generi alimentari locali non costano molto.

Un vantaggio particolare di chi vive in questo Paese è che i cittadini non pagano tasse. A meno che non si sia proprietari di una società o di un’impresa. Gli stranieri possono soggiornare a lungo termine in Madagascar. A patto però che dichiarino di avere un reddito mensile, come una pensione. In caso contrario possono aprire un’attività commerciale o un’impresa se desiderano restare.

Ci sono due possibilità di raggiungere quest’isola, via Parigi o via Istanbul. Quest’ultima è più economica. Il Madagascar è più grande dell’Italia, ma i malgasci sono solo circa 27 milioni. Anche se vicini all’Africa, il ceppo etnico è originario delle isole indonesiane, come anche la lingua. In genere parlano sempre al passivo o con un’altra struttura, in cui il soggetto scompare. Ma si parla abbastanza anche il francese.

Gli abitanti sono tranquilli e sono legati naturalmente alle loro tradizioni. Per mentalità sono tolleranti e non violenti. In Madagascar convivono ancora il progresso e le tradizioni. Accanto alla medicina ufficiale, è possibile trovare una vasta gamma di rimedi erboristici dai poteri singolari.

Un Paese in cui si può vivere bene e che vale la pena visitare.

Approfondimento

Italiani e stranieri visitano Napoli eppure pochi conoscono il grande segreto che si nasconde in questa magnifica città

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te