Si alleggeriscono i conti dell’INPS per via della strage virale dei pensionati

Siamo consapevoli di aver usato un titolo forte ma purtroppo la pandemia causata dal coronavirus ha fatto calare di molto la spesa pensionistica. Infatti, come vedremo si alleggeriscono i conti dell’INPS per via della strage virale dei pensionati. Dunque il bilancio dell’Istituto previdenziale diventa più leggero perché la morte di migliaia di anziani a causa del coronavirus fa risparmiare tanti assegni pensionistici. Non è bello dirlo ma necessariamente bisogna guardare in faccia alla realtà.

L’anno dei decessi

Il 2020 sarà ricordato per l’anno dei record dei decessi per la concomitante pandemia del coronavirus. Infatti, l’incremento di mortalità è aumentato del 15,6% corrispondente a oltre 100.000 morti in più. L’Istituto Superiore di Sanità ha fatto la conta dei morti e senza mezzi termini ha chiaramente detto che la mortalità della popolazione anziana è dovuta prevalentemente per il coronavirus. Infatti, il 96% delle persone decedute lo scorso anno erano over 65 e dunque titolari di pensione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Il tema pensioni

Questa situazione ha avuto ricadute sul sistema pensionistico. L’INPS ha dovuto riaggiornare i libri pensione cancellando migliaia di pensioni dirette e indirette destinate agli anziani. Di conseguenza, le casse dell’Istituto previdenziale hanno preso una boccata d’ossigeno. Perciò, oggi ci troviamo con un risparmio di spesa per l’INPS. Tuttavia, fare una stima precisa non è semplice.

La simulazione

I nostri Esperti hanno tentato di simulare un calcolo rispetto al reddito medio lordo presente nel database delle pensioni INPS. Logicamente il dato non è scientifico perché al reddito viene applicato un coefficiente di rettifica. Si tratta di una probabilità che il pensionato deceduto possa aver dato luogo a pensione di reversibilità.

Quanto risparmia l’INPS in dieci anni

Perciò, calcolatrice alla mano, la riduzione di spesa è di 1,11 miliardi di euro all’anno. Questo dato, considerando l’arco di tempo dell’aspettativa di vita dei pensionati di dieci anni, vuol dire un risparmio futuro di 11,9 miliardi di euro. Questo dato prende in considerazione solo l’INPS ma se si considerano anche i dati di altre casse previdenziali la somma schizza ulteriormente. Solo per questo motivo si alleggeriscono i conti dell’INPS per via della strage virale dei pensionati.

Consigliati per te