Separati in casa cosa, significa e comporta legalmente per la coppia

Sempre più spesso i matrimoni scoppiano e i due coniugi, stanchi dell’unione, decidono di separarsi. Non sempre però le finanze della coppia permettono ad uno dei due di abbandonare l’abitazione coniugale. E molto spesso si ritrovano a coabitare da separati in casa. Una condizione ben diversa da essere separati legalmente. Ma cerchiamo di capire separati in casa cosa significa e comporta per la Legge.

Separazione in casa e legale sono due cose diverse

Due coniugi il cui rapporto è finito possono decidere di continuare a coabitare nella stessa casa. Ma questo non significa convivere. Magari dormono in due camere diverse, fanno vite indipendenti e frequentano anche altre persone. Altri, invece, scelgono questa soluzione solo per permettere ai figli di crescere con entrambi i genitori nella stessa casa. Ma a livello legale la separazione in casa non sempre porta al divorzio.

La separazione legale, infatti, autorizza i coniugi a vivere separati, ovvero in diverse abitazioni. Separarsi e continuare a vivere nella stessa casa non è contemplato dalla nostra legislazione. O almeno non per un periodo molto lungo.

Che condizione è?

Il diritto di famiglia non prevede situazioni ibride: i coniugi o vivono insieme e sono sposati, o si separano e vivono in due abitazioni distinte. Il tribunale può ammettere la coabitazione solo per un lasso di tempo breve, quello che serve ad uno dei due a trovare un’altra sistemazione.

Se si vuole la separazione legale, quindi, è necessario che la coppia viva separata anche fisicamente. E questo presuppone che almeno uno dei due lasci la casa coniugale. La separazione legale presuppone che tra i due coniugi la convivenza non sia tollerabile.

Separati in casa, cosa significa e comporta legalmente per la coppia

I coniugi che vivono da separati in casa, quindi, non sono separati legalmente. Si tratta, infatti, solo di una separazione di fatto che non può essere ratificata dal giudice e non porterà ad un divorzio. Se i separati in casa vogliono legalmente sciogliere l’unione, quindi, dovranno vivere in due case diverse per procedere con il divorzio.

I separati in casa, pur ammettendo la fine del rapporto, non formalizzano la separazione. Proprio per questo motivo decidono, autonomamente e senza l’intervento del giudice, come impostare la separazione. E anche come dividere gli spazi, i costi e gli eventuali impegni con i figli. La separazione in caso, di fatto, non è disciplinata dalla nostra normativa. I coniugi continuano, quindi, ad essere effettivamente sposati e ad avere gli stessi diritti e doveri, anche se separati in casa.

Lettura consigliata

Matrimonio, quando conviene scegliere la separazione dei beni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te