Se non sai quali saranno le figure più richieste nel mondo del lavoro del prossimo futuro te lo diciamo noi

La chiave del lavoro del futuro passa della trasformazione digitale e da tutto quanto gira intorno a questo mondo. Se ancora non l’hai capito, guardati intorno e lo farai. Se non sai quali saranno le figure più richieste nel mondo del lavoro del prossimo futuro te lo diciamo noi.

Come riuscire a superare la crisi innescata dalla Covid-19 è la domande principale dell’imprenditoria mondiale, al momento. Molti si sono dovuti adeguare, in ogni caso, allo smart working. Che è reso possibile solo dal fatto di vivere in un mondo digitale. Ormai alle soglie di una realtà aumentata sempre più pervasiva e di una realtà virtuale prossima ventura che cambierà davvero tutto. E in una maniera che oggi non possiamo lontanamente comprendere.

Page Group, una delle grandi società del trovare lavoro online, ha individuato i profili che saranno più richiesti nell’era dell’automazione digitale e dello smart working. Epoca che è iniziata prima di quanto si pensasse a causa della crisi. Ma che è qui per rimanere, e che sarà una delle poche cose che sicuramente resteranno quando l’emergenza sanitaria sarà finita.

I lavori in questione sono i seguenti. Data scientist, IT administrator, esperto di cyber security, web e software developer, e-commerce manager, content e social media manager, digital market specialist/manager e UX-UI designer.

Se non sai quali saranno le figure più richieste nel mondo del lavoro del prossimo futuro te lo diciamo noi

Il data scientist è l’analizzatore della montagna di dati generata ogni istante da tutto quanto è connesso a Internet. Matematico, fisico, informatico o ingegnere, è in possesso di pensiero critico, capacità di comunicazione e di problem solving. Ma deve essere anche una persona curiosa. I guadagni vanno da 30.000 a 75.000 euro annui.

L’IT administrator è colui che gestisce i sistemi cloud in ogni forma e manifestazione. L’informatica, ad ogni livello, è il suo pane quotidiano, condita da una notevole capacità di dialogare con le macchine. Deve saper lavorare in team e, soprattutto, risolvere problemi. Può guadagnare da 30.000 a 70.000 euro.

L’esperto di cyber security dive tenere al sicuro le reti aziendali da ogni possibile intruso, sia esterno che, a volte, interno. E deve essere veramente un espero, o farà più danni che essere d’aiuto. Come gli altri, lavorare in team e con spirito critico è un must, ma deve anche essere un leader. Si va da 30.000 a 70.000 euro annui di stipendio.

Il web e software developer è colui che sviluppa ogni aspetto della comunicazione ICT. E’ evidente che deve masticare righe di codice come se fossero chewing-gum. Per il resto vale quanto detto per gli altri. Retribuzione annua da 25.000 a 65.000 euro.

Le altre figure chiave

L’e-commerce manager gestisce la parte aziendale che si occupa della vendita online dei prodotti o servizi dell’impresa. Chiaramente deve essere un esperto di marketing digitale. Per lui lo stipendio va da un minimo di 25.000 euro annui fino ad un massimo di 70.000.

Il content e social media manager è la figura che un po’ tutti hanno sentito nominare, perché è colui/colei che gestisce la linea editoriale dell’azienda nell’immenso e decisivo mondo, oggigiorno, dei social. Si parte da 22.000 euro annui per giungere fino a 60.000 per i più esperti.

Il digital market specialist/manager definisce e mette in atto una opportuna strategia di comunicazione digitale onde raggiungere obiettivi specifici. In pratica cura comunicazione e contenuti. E’ forse la professione più creative tra quelle digitali. Compenso da 23.000 a 80.000 euro l’anno.

Il UX-UI designer gestisce la struttura digitale dell’impresa, progettandone veste grafica e struttura del sito e delle pagine. Oltre alla programmazione, dovrà intendersi di come far interagire l’utente con l’azienda. Retribuzione da 27.000 a 60.000 euro l’anno.

Consigliati per te