Se muore un genitore chi paga il funerale e come si dividono le  spese funebri?

Quando viene a mancare un padre o una madre possono sorgere incomprensioni e liti in merito alla divisione dei beni. Se i rapporti fra fratelli e sorelle sono già tesi da anni la morte di un genitore potrebbe portare a galla antichi rancori e rivendicazioni. Non è sicuramente né semplice né piacevole quindi dover affrontare lunghe discussioni su come spartire il patrimonio e su chi debba provvedere al disbrigo delle pratiche burocratiche. Chi fra i figli non  intratteneva più rapporti con il defunto si chiede se avrà comunque diritto ad una quota ereditaria. Se dovrà farsi carico dei costi delle onoranze funebri o se potrà esimersi rinunciando all’eredità. Quindi conviene comunque sapere se muore un genitore chi paga il funerale e come si dividono le spese funebri.

Altrettanto vantaggioso potrebbe essere capire “Come ottenere contributi per spese funebri fino a 7.500 euro”. Esistono infatti agevolazioni e detrazioni fiscali di cui può godere chi si ritrova a dover pagare le onoranze funebri che richiedono elevate somme di denaro. Torna utile pertanto capire se muore un genitore chi paga il funerale e come si dividono le spese funebri fra gli eredi legittimi. Anzitutto bisogna premettere che i costi che si sostengono per dare degna sepoltura al genitore non ricadono in parti uguali su chi ha diritto alla successione. La spartizione degli oneri avviene secondo criteri ben precisi che rispettano e corrispondono alle quote ereditarie che spettano ciascun erede.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Se muore un genitore chi paga il funerale e come si dividono le spese funebri

I costi della bara, del funerale, dei fiori, della tumulazione e delle imposte ricadono sugli eredi e specificatamente su chi accetta l’eredità. Al momento del decesso tuttavia non sempre si conoscono già le quote ereditarie spettanti e se si deciderà di accettare il lascito. Di solito, accade che uno degli eredi assume l’onere delle spese funebri ancor prima dell’apertura della successione perché il funerale abbia luogo. Chi anticipa il denaro per le spese funebri matura comunque il diritto al rimborso nel caso in cui decida di rinunciare all’eredità.

Interviene infatti l’articolo 461 del codice civile a disciplinare il diritto al rimborso delle spese sostenute dal chiamato alla successione. Pertanto se muore un genitore chi paga il funerale e come si dividono le spese funebri? A pagare il funerale sono tutti i chiamati all’eredità, anche quindi gli eredi che potrebbe valutare la convenienza della rinuncia alla successione. La spartizione dei costi delle pompe funebri avviene in base alla percentuale di eredità cui si ha diritto. Ad esempio, in presenza del coniuge superstite e di due figli, il primo dovrà farsi carico del 50% dei costi e i due figli del restante 25% a testa. E così via a seconda della percentuale di eredità di cui si diventa titolari alla morte di un genitore.

Consigliati per te