Chi eredita se non ci sono figli e fratelli?

Quali sono gli eredi legittimi che possono entrare in possesso dei beni del defunto quando si creano circostanze particolari? Se non ci sono figli e fratelli, chi eredita quando viene meno un parente che non lascia testamento? E nel caso in cui il deceduto abbia espresso le sue volontà testamentarie, chi può rivendicare una quota legittima di eredità? Nell’articolo 572 del codice civile si fa riferimento alla successione di altri parenti quando il titolare dei beni muore senza avere prole e fratelli. Quando non ci sono figli, né genitori, né altri ascendenti la divisione dei beni mobili e/o immobili avviene tra fratelli e sorelle  in parti uguali.

Ma chi eredita se non ci sono figli e fratelli che possano vantare il diritto alla successione? E soprattutto come si procede con la spartizione di eventuali somme di denaro che il defunto aveva in deposito bancario o postale in cointestazione? A tal proposito potrebbe tornare utile la lettura dell’articolo “A chi spetta l’eredità dei soldi sul libretto postale cointestato?”. Ciò perché occorre sapere per tempo come si subentra nella divisione della metà delle somme in giacenza sul libretto o sul conto corrente.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Chi eredita se non ci sono figli e fratelli?

Ricordiamo che gli eredi legittimi sono quelli cui va l’eredità anche quando non ci sono precise disposizioni testamentarie. Essi quindi coincidono con i parenti prossimi quali coniuge, figli e altri parenti fino al sesto grado. Anche laddove dovesse esserci un testamento, vi sono parenti che hanno comunque diritto ad una quota ereditaria anche contro il volere del defunto.

Ma se alla morte del titolare del patrimonio non vi sono genitori, figli e fratelli hanno diritto alla successione altri parenti. Tale circostanza trova una normativa di riferimento nell’articolo 572 del codice civile in cui si legge che “la successione si apre a favore dei parenti prossimi”. E si specifica inoltre che, sebbene non vi sia distinzione di linea, tuttavia la successione non spetta a parenti oltre il sesto grado. Ne consegue che in assenza di figli e fratelli l’eredità spetta ai genitori del deceduto e in assenza di genitori ai parenti fino al sesto grado.

Consigliati per te