Se le azioni Generali Assicurazioni dovesse chiudere la settimana sotto i 15 euro allora potrebbe accelerare al ribasso

In attesa di sapere se la scomparsa di Leonardo Del Vecchio avrà qualche ripercussione sugli equilibri di Mediobanca e Generali Assicurazioni, possiamo dire che la compagni assicurativa triestina è il peggiore titolo del suo settore di riferimento da inizio anno. Perde, infatti, il 17% circa a fronte di una perdita media dei suoi competitors del 13% circa. questa piccola differenza, però, non deve ingannare. Essendo Generali Assicurazioni, infatti, il titolo a maggiore capitalizzazione, ha un forte impatto sul calcolo della media del settore di riferimento.

Allo stato attuale la proiezione in corso è ribassista e potrebbe essere diretta verso l’obiettivo successivo in area 13,46 euro. Se le azioni Generali Assicurazioni dovesse chiudere la settimana sotto i 15 euro allora potrebbe accelerare al ribasso. La massima estensione del ribasso, invece, potrebbe andare a collocarsi in area 9,415 euro.

Nel breve, invece, i rialzisti potrebbero prendere il controllo della tendenza in corso nel caso di chiusure settimanali superiori a 17,505 euro. In questo caso il titolo potrebbe cercare di andare ad aggiornare i massimi storici oltre area 22 euro.

La valutazione del titolo Generali Assicurazioni

Un dato a favore della sottovalutazione di Generali Assicurazioni c’è un rapporto prezzo/utili a 8,81 per 2022 e di 7,99 per 2023, i livelli di valutazione del titolo sono molto bassi in termini di multipli di guadagno. Sottovalutazione che è evidente anche dagli altri indicatori riportati sulle riviste specializzate.

Anche a livello europeo il titolo risulta avere un PE inferiore a quello della media del settore. In particolare sulle circa 50 compagnie analizzate solo il 35% ha un rapporto inferiore a quello di Generali Assicurazioni.

Punto di forza di Generali Assicurazioni è anche il rendimento del suo dividendo. Allo stato attuale, infatti, si aggira intorno al 7%. Inoltre per i prossimi anni è visto in crescita. C’è, poi, un altro aspetto da non trascurare. Il pay-out in dividendi è di circa il 60%, lasciando ampio margine per sostenere una politica dei dividendi così generosa.

Per concludere questa parte dedicata alla valutazione del titolo riportiamo il consenso medio degli analisti che risulta essere mantenere con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 30% circa.

Se le azioni Generali Assicurazioni dovesse chiudere la settimana sotto i 15 euro allora potrebbe accelerare al ribasso: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo Generali Assicurazioni (MIL:G) ha chiuso la seduta del 27 giugno a quota 15,535 euro, in ribasso del 3,03% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

generali assicurazioni

 

Approfondimento

A Wall Street torna il segnale Long nel punto dove il ribasso annuale dovrebbe terminare. I livelli da monitorare

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te