Sconfiggere il colesterolo a tavola si deve e si può

Tecnicamente lo si definisce “colesterolo alto”, comunemente: figlio dell’alimentazione moderna. Il colesterolo, che, andrebbe controllato regolarmente nelle analisi del sangue almeno un volta all’anno, è una molecola della famiglia dei lipidi. I lipidi sono i grassi presenti nel sangue, in parte auto prodotti dal nostro organismo, in parte immessi con la nutrizione. Viene normalmente diviso in “colesterolo buono”, o colesterolo dall’alta densità lipoproteica, e “colesterolo cattivo”, dalla bassa densità. La sostanza che più interessa è che l’ipercolesterolemia, ossia la frase “Lei ha il colesterolo troppo alto”, mette a rischio di malattie cardiovascolari, anche importanti. Il valore medio del colesterolo è di 127, quindi un “range” di valori consentiti si avrà tra 50 e 160. Si intendono milligrammi per decilitro di sangue. Fondamentale farsi seguire dal proprio medico nel caso di importanti scambi di valori, ma sconfiggere il colesterolo a tavola si deve e si può.

Conoscere il colesterolo

Napoleone Bonaparte diceva sempre che per battere il nemico, bisogna conoscerlo. Il colesterolo alto è un nemico della salute, ma è anche abbastanza facile conoscerlo e contrastarlo. In gran parte dipende da noi. Alimentazione equilibrata, poco alcol, niente fumo, attività sportiva e controllo di ansia e stress sono i fattori principali e quotidiani per sconfiggerlo e stare meglio. Ciò detto, la scelta degli alimenti e delle bevande che portiamo a tavola, sono un passo importante della prevenzione all’ipercolesterolemia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La scelta del cibo è fondamentale

I grassi nel sangue odiano le fibre, il loro nemico più tenace. Tanta frutta e tanta verdura, ricche di acqua, fibre e vitamine, sono già una difesa di fuoriclasse, per contrastare l’attacco del colesterolo. Limitare i sughi e i condimenti grassi sono uno slogan efficace grazie al quale sconfiggere il colesterolo a tavola si deve e si può. Olio da friggere e burro devono essere circoscritti, preferendo la cottura su piastra, su griglia e sulla brace. L’olio extra vergine d’oliva, fantastico rimedio naturale di contrasto al colesterolo, va aggiunto crudo a fine cottura. Siano banditi dalla tavola la maionese, il salame e la salsiccia, mascarpone e panna, il cibo dei fast food, i fritti, merendine e prodotti industriali a lunga scadenza, pieni di grassi e coloranti.

Preziosi alleati a tavola

Ci sono poi una serie di intrepidi alleati alimentari, che difendono il bastione della salute dall’attacco del colesterolo e che andrebbero assunti tutti i giorni. Detto di frutta e verdura, ecco i cereali integrali, come avena, orzo e farro. Ottimi i legumi, anche a giorni alternati, con un occhio di riguardo alle lenticchie. Il pesce, ricco di Omega3, la frutta secca e in modo particolare le noci. Meglio la carne bianca, pollo e tacchino, cotti alla piastra, con olio e rosmarino. Soprattutto per bambini, ma anche donne e sportivi, ben venga il Parmigiano Reggiano o il Grana Padano, ricchi di calcio e grassi insaturi, facilmente assimilabili. Condire sempre con olio extra vergine, italiano Dop, pulitore delle arterie e difensore dei radicali liberi.

Approfondimento

6 frutti che sostituiscono 6 prodotti medicinali

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te