Questo potrebbe essere il momento di puntare forte su Cattolica Assicurazioni

Ieri forte exploit per un titolo che è stato inserito dal mese di giugno 2020 nella nostra Lista delle raccomandazioni al prezzo di 4,116. Il  giudizio odierno del nostro Ufficio Studi è ulteriormente rafforzativo:

questo potrebbe essere il momento di puntare forte su Cattolica Assicurazioni.

Procediamo per gradi.

A giugno 2020 avevamo indicato  l’elevata probabilità che questo titolo a 3,302 avesse segnato un bottom pluriennale dal quale ripartire definitivamente. Una società che seguivamo da anni, da quando l’oracolo Warren Buffett aveva comprato il titolo in area 7,35. ma da quel momento in poi, era iniziata una vera  e propria carambola ribassista.

Quali dinamiche attendere da ora in poi?

Il titolo (MIL:CASS) ha chiuso la giornata di contrattazione del 26 maggio al prezzo di 5,25 in rialzo del 5,42%. Da inizio anno, ha segnato il minimo a 3,8402 ed il massimo a 5,45.

Il rialzo di ieri potrebbe essere l’inizio di una forte fase direzionale rialzista.

Analisi sommaria di bilancio

La raccomandazioni degli altri analisti (4 giudizi) stimano un fair value in area 5,22. I nostri calcoli invece, portano ad un prezzo obiettivo di 6,65 circa, ma il nostro giudizio probabilmente verrà rivisto al rialzo nei prossimi 3/6 mesi.

Ora andremo ad analizzare i grafici.

Questo potrebbe essere il momento di puntare forte su Cattolica Assicurazioni

Il segnale di ieri è importante, perchè tranne che si riveli una bull trap nei prossimi giorni (con stop loss delle posizioni corso), potrebbe portare a forti rialzi.

La nostra strategia operativa sul titolo

Per chi mantiene il titolo come da nostre precedenti indicazioni, alzare lo stop loss/profit  di lungo termine a 4,75 con obiettivo primo in area 7,47, da raggiungere nei prossimi 18/24  mesi, se non prima. Primo supporto di breve a 4,91.

Per chi volesse comprare il titolo a mercato deve attenersi agli stessi livelli. Ci sembra una buona opportunità comprare da cassetto questo titolo che nell’anno 2006 ha raggiunto un top a 19,56. Non è detto che nei prossimi anni, se alcuni tasselli del puzzle si incastreranno al posto giusto, le quotazioni non possano ritornare vicino a quei livelli.

Come al solito si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te