Queste 3 piante ornamentali che sopravvivono con poca luce e poca acqua sono le migliori da mettere all’interno per avere un appartamento sempre chic

Soprattutto nei mesi in cui la natura sboccia e i fiori colorano i giardini dei quartieri, chi vive in appartamento può sentire la voglia di non essere da meno. Essere circondati dal verde non è certo prerogativa esclusiva di chi ha uno spazio esterno. Anche chi vive in appartamento può creare il suo giardino interno. Basta scegliere oculatamente le piante, secondo esigenze di spazio e di clima. Queste 3 piante ornamentali che sopravvivono con poca luce e poca acqua sono le migliori da mettere all’interno per avere un appartamento sempre chic. Vediamo insieme quali sono e di quali cure necessitano. 

La lingua di suocera: poco sforzo, massimo risultato

Con la peculiare forma lunga e stretta delle sue foglie, che tendono verso l’alto come alghe, la sansevieria è una pianta di grande impatto. Proprio a causa della morfologia delle foglie, viene chiamata anche lingua di suocere. Possiamo metterla praticamente in ogni ambiente della casa, tranne che vicino a una fonte di calore. Ha bisogno di poca luce, innaffiamento sporadico e si adatta a qualsiasi clima. Le sue foglie sono perenni e sempreverdi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Da Africa e Asia, un fascino dalle grandi foglie

L’aspidistra è una pianta di origine esotica, caratterizzata da ampie foglie allungate. Sopravvive perfettamente in ambienti non troppo caldi e assolati, in più necessita di pochissima acqua. L’unica accortezza da rispettare per far sì che le sue foglie siano sempre rigogliose è quella di lavarle di tanto in tanto con acqua nebulizzata.

Un piccolo angolo tropicale nell’appartamento 

Chiude la triade, dopo sansevieria e aspidistra, il filodendro. Queste 3 piante ornamentali che sopravvivono con poca luce e poca acqua sono le migliori da mettere all’interno per avere un appartamento sempre chic. Il filodendro, dal canto suo, è una pianta con grandi foglie spioventi, d’origine tropicale. Vive perfettamente in luoghi bui, anche se una permanenza di anni può alla lunga rimpicciolirne le foglie. Ha bisogno di essere annaffiato massimo due volte alla settimana nei mesi caldi, una sola volta in inverno. Come le altre due, anche il filodendro è ideale per creare un clima di confort in casa. Circondati dal verde, la nostra vita quotidiana migliorerà sensibilmente.

Approfondimento 

La guida in 5 semplici passaggi per avere cespugli traboccanti di rose profumate e giardini tanto colorati da far invidia ai vicini

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te