Questa parte di frutta che non mangiamo farà la gioia delle nostre orchidee rendendole belle e rigogliose

Le orchidee sono fiori tanto decorativi quanto delicati. Chi ha coltivato un’orchidea almeno una volta sa che mantenerle in salute non è così semplice come sembra. Questa splendida pianta ha bisogno del giusto grado di umidità e soprattutto di un substrato adatto. Presenta diverse problematiche sia per farla rifiorire, sia per quanto riguarda le radici che spesso escono dal vaso. In questo articolo mostreremo come un’astuzia da giardinieri, possa donare nuova vita e vigore alle orchidee.

Questa parte di frutta che non mangiamo farà la gioia delle nostre orchidee rendendole belle e rigogliose

Nel periodo invernale sulla tavola non manca mai il cesto della frutta secca ed in particolare le noci. Questo frutto è ricco di vitamine B, E ed omega 3. Non gettiamo nell’organico il guscio delle noci perché sarà un fantastico nutrimento per le nostre orchidee. Ecco come procedere perché possano apportare diversi vantaggi a seconda di dove li posizioniamo.

Metodo 1: miglior drenaggio

I gusci delle noci possono essere un valido sostituto delle palline di argilla espansa per garantire un terreno ben ossigenato e drenato. Posizioniamoli sul fondo del vaso, sminuzzati grossolanamente con un mortaio e un pestello. In questo modo avremo un corretto deflusso dell’acqua d’irrigazione.

Metodo 2: come pacciame

Se posizionati sul substrato, sul terriccio sotto al fogliame, potranno diventare un ottimo sostituto di corteccia e muschio. Sminuzziamo a pezzetti i gusci delle noci per conservare il terreno caldo ed umido. Questo servirà anche in caso di nostra assenza per un paio di giorni per trattenere la pianta idratata.

Metodo 3: repellente e anticalcare

Per questo utilizzo dovremo farne pezzetti piccolissimi quindi sminuzziamo accuratamente. Mischieremo i nostri gusci sminuzzati con il terriccio. I gusci delle noci sono ricchi di iodio e ciò evita che il terreno diventi troppo calcareo. Inoltre lo iodio aiuta a svolgere una corretta fotosintesi e promuove la fioritura. Infine è anche un agente repellente che allontana i piccoli parassiti dalle nostre orchidee.

Questa parte di frutta che non mangiamo farà la gioia delle nostre orchidee rendendole belle e rigogliose da far invidia a tutti i vicini.

Approfondimento

Non sa cosa perde chi butterà i gusci di cozze, vongole, pistacchi e noci perché si possono riutilizzare in questo straordinario modo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te