Questa figura può cambiare il futuro prossimo della Borsa di Milano

La Borsa di Milano per l’ottava seduta consecutiva ieri si è mossa in laterale. Ma il range dei prezzi, l’escursione tra il massimo e il minimo, è stato il minore delle ultime due settimane, appena 120 punti.

Con la seduta di ieri i prezzi hanno formato una figura molto interessante, un triangolo. In realtà potrebbe essere anche un cuneo, ma al di là delle definizioni, questa figura può cambiare il futuro prossimo della Borsa di Milano. La sua formazione è il segnale che presto qualcosa cambierà nel movimento dei prezzi. Perché in genere queste figure si collocano a metà di un movimento, rialzista o ribassista.

Questa figura può cambiare il futuro prossimo della Borsa di Milano

Poiché Piazza Affari sta salendo da metà maggio, quindi da due mesi, è possibile che il completamento della figura porti alla seconda gamba rialzista. Se l’ipotesi fosse confermata, un calcolo approssimativo porta a individuare il target della salita dei prezzi del Ftse Mib a quota 27.500 punti.

Perché la figura si completi, oggi i prezzi dovranno salire sopra i 25.800 punti e avvicinarsi a 26.000 punti. Il superamento dei 26.000 punti aprirà la strada al raggiungimento del target a 27.500 punti. Al ribasso occorre sempre più fare attenzione a chiusure sotto la soglia dei 25.700 punti. Una discesa del Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) sotto questa soglia porterà ad una accelerazione ribassista, dovuta anche all’uscita al ribasso dalla figura.

Ma gli occhi oggi oltre che sull’indice saranno puntati anche su un titolo, Tod’s. Come scritto nell’articolo di ieri: “Borsa ferma ma un esordio all’estero scatena l’entusiasmo su un titolo italiano”, l’azione è volata del 6,5%. Ma Tod’s è già da qualche settimana che è in tensione positiva. Risente del clima ottimistico degli operatori sul settore del lusso.

L’azione a novembre ha toccato il minimo assoluto a 18 euro. Da quel momento ha iniziato un recupero prodigioso fino ai quasi 53 euro di ieri. Tra 53 e 54 euro l’azione ha una resistenza. Quando sarà superata i prezzi saliranno al primo target di 64 euro. Al ribasso è importante la tenuta del livello di 47 euro. Se i prezzi scenderanno sotto questa soglia, caleranno fino in area 38/40 euro.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te