Quanto si percepisce di pensione con 39 anni di contributi INPS?

Gli esperti di Redazione vi forniranno informazioni utili a capire quanto si percepisce di pensione con 39 anni di contributi INPS. Chi desidera smettere di lavorare e possiede un montante contributivo di 39 anni può sapere sin da ora a quanto ammonterà l’assegno mensile. Risulta infatti possibile effettuare dei calcoli sulla base di alcuni dati che riguardano l’età anagrafica e l’anzianità contributiva. L’altra informazione utile a determinare con buona approssimazione l’importo dell’assegno pensionistico riguarda lo stipendio che il lavoratore incassava.

Occorre anche considerare se la carriera lavorativa del contribuente sia o meno piatta, se cioè subentrano aumenti col passare degli anni. Bisogna dunque considerare la retribuzione media annua, l’età in cui si accede al trattamento previdenziale e la lunghezza della storia contributiva. Più cresce l’anzianità contributiva che il lavoratore matura più pesante sarà l’assegno spettante. A tal proposito rimandiamo i nostri Lettori all’articolo “A quanto ammonta la pensione di un lavoratore con 43 anni di contributi INPS?”. Rispondiamo ora ai lavoratori che si chiedono quanto si percepisce di pensione con 39 anni di contributi INPS. Ciò anche per capire quale sarebbe l’importo mensile su cui poter contare anche in presenza di un montante contributivo inferiore ai 40 anni.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Quanto si percepisce di pensione con 39 anni di contributi INPS?

Poniamo il caso che il lavoratore inoltri domanda di pensionamento all’età di 64 anni con 39 anni di contribuzione. E che a fine carriera percepisse uno stipendio medio annuo di 35mila euro lorde. Se il calcolo dell’assegno pensionistico avviene secondo il sistema misto allora l’importo spettante sarà di 1.680 euro lorde. Al netto quindi il lavoratore percepirebbe un rateo mensile di 1.400 euro.

Se invece si ricorre al sistema contributivo per determinare l’ammontare dell’assegno allora al lavoratore spetterà una pensione lorda di 1.330 euro. Ne consegue che con 39 anni di contribuzione e all’età di 64 anni al lavoratore spetterà un assegno netto di 1.668 euro.

Consigliati per te