Quanto costa un atto di successione dal notaio?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

In Redazione giungono numerose richieste di chiarimenti in merito alle questioni ereditarie. Gli Esperti di ProiezionidiBorsa chiariscono quali sono le principali spese da sostenere e quanto costa un atto di successione dal notaio. Nel precedente articolo abbiamo risposto ai Lettori che chiedevano “A quanto ammonta la tassa di successione sui conti correnti da versare all’Agenzia delle Entrate?”. Esistono difatti dei costi da preventivare nel momento in cui si accetta l’eredità di beni mobili e/o immobili, Si tratta di imposte inevitabili che gravano sul portafoglio degli eredi e che bisogna versare all’Agenzia delle Entrate.

Per acquisire la titolarità del patrimonio che il defunto lascia in eredità occorre presentare la dichiarazione di successione e la relativa domanda all’Autorità fiscale. Talvolta non è tanto pesante il pagamento delle tasse quanto piuttosto le spese notarili. Risulta pertanto lecito chiedersi quanto costa un atto di successione dal notaio e a quanto ammonta il suo onorario. Sono diverse tuttavia le variabili che intervengono a determinare il costo dell’atto notarile. Anzitutto occorre considerare il valore complessivo del patrimonio, dell’asse ereditario e soprattutto dal luogo in cui si effettua l’atto. Ciò perché i costi variano anche a seconda della città e anche in misura sensibile come per molte altre spese.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Quanto costa un atto di successione dal notaio?

Dal momento che i costi sono variabili in relazione ad una serie di fattori si potranno fornire indicazioni puramente orientative. Si consideri un costo medio di 300 euro nel caso di atti notarili relativi a patrimoni di modesta entità. In presenza di beni immobiliari e/o mobili di rilevante valore si deve invece preventivare un costo più elevato. Solitamente l’atto di successione di patrimonio molto consistenti si attesta attorno ai 1.000 euro, ma potrebbe in molti casi superare tale somma. L’apertura della successione avviene, secondo quanto stabilisce l’articolo 456 del codice civile, dopo il decesso del defunto.

Le pratiche burocratiche relative alla successione rendono possibile il trasferimento dei beni del defunto agli eredi. Il ricorso al notaio per la procedura di eredità rende inevitabili alcune spese che tuttavia non sono sempre particolarmente gravose. L’atto notarile per la successione potrebbe anche ammontare alla modesta cifra di 300 euro soprattutto se è basso il valore dell’asse ereditario. Così come potrebbe anche non superare i 900 euro per i patrimoni di valore più elevato. Conviene comunque sempre farsi approntare più preventivi presso studi notarili differenti in modo da effettuare opportune valutazioni.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te