Quali sono tutte le date sulle prossime riaperture delle attività? Il salto in avanti del Premier e l’anticipazione delle date

Nonostante le iniziali resistenze del Premier, le tensioni sociali manifestatesi nelle ultime settimane, hanno indotto ad accelerare nel senso delle riaperture. Quindi, è stato pubblicato il calendario nel quale sono contenute tutte le  relative date. Sicchè, dopo le tante polemiche, i provvedimenti sul parziale ritorno alla normalità sono stati anticipati per volontà del Presidente Draghi in accordo con il Ministro Speranza.

La prima data fissata è quella del 26 aprile quando riapriranno le scuole, con possibilità di riprendere le attività all’aperto, notoriamente meno pericolose per i contagi. Inoltre, sempre nella stessa data, nelle Regioni in zona gialla, torneranno ad operare bar e ristoranti, che potranno stare aperti a pranzo e cena ma solo offrendo il servizio per i tavoli all’aperto. Il coprifuoco sarà fissato per le ore 22. Infine, il colpo di scena è rappresentato dallo sblocco della mobilità regionale, sempre a partire dal 26 aprile, con una novità. Essa è che per spostarsi verso Regioni in fascia rossa e arancione bisognerà essere muniti di un pass.

Il ritorno alla zona gialla

Ora vedremo, più nello specifico, quali sono tutte le date sulle prossime riaperture delle attività. C’è stato in merito un salto in avanti del Premier e l’anticipazione delle date. Il perchè è evidente: la gente ha problemi economici e le chiusure stanno provocando troppi malcontenti. Pertanto, si è chiarito cosa potrà riaprire a partire dal 26 aprile. Tuttavia, a maggio vi sarà un altro decreto sulla sicurezza, che introdurrà nuovi chiarimenti sulle misure restrittive e sulle riaperture. La data successiva sarà quella del 3 maggio in cui riapriranno i musei. Il 15 maggio riapriranno, invece, piscine e stabilimenti balneari. A seguire, il 1° giugno si prevede la riapertura delle palestre, con una ripresa scaglionata in base al tipo di attività.

L’11 giugno potranno riaprire gli stadi, con consequenziale possibilità di assistere alle partire degli Europei. Infine, il  1° luglio torneranno a lavorare fiere e congressi. Abbiamo letto quali sono tutte le date sulle prossime riaperture delle attività. Il salto in avanti del Premier e l’anticipazione delle date è stata una decisione davvero sofferta, arrivata all’ultimo momento, quando si pensava che i tempi di attesa fossero ancora lunghi. Ma, vediamo se le cose andranno nel verso giusto!

Consigliati per te